Da Cameron alla Thatcher: l’Europa fa male ai conservatori inglesi

L’Unione europea è una tradizionale spina nel fianco dei premier conservatori britannici. E a volte può diventare un pericolo per la loro sopravvivenza politica. Accade in questi giorni a David Cameron  che sta giocando (e  perdendo) la partita per la nomina di Jean Claude Juncker a presidente della Commissione di Bruxelles. Accadde poco più di 20 anni fa a Margaret Thatcher. Nel 1990 la Lady di Ferro gettò tutto il suo peso politico nella lotta contro il progetto di moneta unica voluto dall’accoppiata Kohl-Mitterrand. In un discorso alla Camera  rimasto nella storia britannica pronunciò parole di fuoco: “Se cedete la […]

  

La battaglia europea su Juncker: perchè Cameron è furibondo e la Merkel tentenna

Povero Jean-Claude Juncker. Sul candidato di punta del partito popolare alle ultime elezioni europee si è scatenata una lotta di potere con pochi uguali nella storia delle istituzioni di Bruxelles. Non è, ovviamente, una questione personale. O almeno non è solo una questione personale. In ballo non c’è tanto la poltrona di presidente della Commissione europea, quanto la decisione sul futuro della stessa Unione. A esprimere con chiarezza tutta anglosassone il problema legato alla candidatura Juncker è stato il premier inglese David Cameron. Nel recente vertice in Svezia tra quattro primi ministri di Paesi del Nord Europa ( Gran Bretagna, […]

  

Il Mose, le tangenti e la fine del mito Nord-Est

Una delle figure più interessanti  della tangentopoli legata al veneziano Mose è Roberto Meneguzzo,  numero di Palladio Finanziaria. Non è un costruttore, non dipende dagli  appalti, non lavora abitualmente con gli enti pubblici. Meneguzzo è un finanziere, gestisce portafogli, tratta partecipazioni azionarie, guida quella che aveva l’ambizione di diventare la Mediobanca del Nord Est. Eppure, secondo le accuse, è lui che si offre per fare da tramite tra Giovanni Mazzacurati, presidente del Consorzio Venezia nuova, e Marco Milanese, ex braccio destro del ministro Tremonti. Secondo i magistrati  è Meneguzzo (nel mirino tra l’altro per corruzione) il trait d’union che porta […]

  

Ecco i veri nemici dell’Italia: gli italiani (o almeno certi italiani)

Chi si ricorda di Massimo d’Azeglio? Di lui si cita spesso una frase: fatta l’Italia, ora bisogna fare gli italiani. Per il resto buio assoluto. Luigi Zingales, economista dell’Università di Chicago nonché neo consigliere d’amministrazione di Eni, usa un brano dello scrittore e uomo politico risorgimentale per concludere il suo libro appeno uscito sull’euro, “Europa o no”. (Se avete voglia di capire i problemi delle moneta unica, le opportunità e i rischi di una eventuale uscita dell’Italia, è un testo da leggere). Al di là dei temi economici la citazione di D’Azeglio è folgorante.  Eccola:   I più pericolosi nemici […]

  

Elezioni europee: voi votate, la Merkel decide

La campagna elettorale è iniziata e i partiti hanno ormai lanciato lo sprint per il voto del 25 maggio. Ma l’esito delle prossime elezioni europee è più che mai un’incognita. Non solo perché, come è ovvio, l’orientamento degli elettori si conoscerà solo a urne aperte. A essere cambiate sono le regole. E nessuno può essere sicuro di come verranno applicate per la prima volta.  Il tema è semplice: chi sarà il prossimo presidente della Commissione europea? L’attuale numero uno , Josè Manuel Barroso è stato scelto a maggioranza qualificata  dal Consiglio Europeo (in pratica dagli Stati membri della Ue)  e […]

  

I 33 miti sulla moneta unica. Fatti a pezzi dall’ex boss della Bce

Come sempre accade in Italia anche il dibattito sull’euro è diventato un match tra tifoserie. E nei talk show attaccare la moneta unica è come agitare il drappo rosso di fronte al toro, serve a suscitare l’applauso degli spettatori e a fare bella figura, assolvendo la propria parte politica da decenni di politiche economiche sbagliate. Per questo ogni tentativo di riportare il dibattito sul piano dei fatti e dell’argomentazione razionale diventa prezioso . Tanto più se a scrivere di euro (“33 false verità sull’Europa”, appena uscito per il Il Mulino)  è uno degli uomini che hanno gestito le vicende della […]

  

L’euro non è stato un successo, ma con la lira sarebbe stato peggio. Parola di Banca d’Italia

    La Collana storica della Banca d’Italia è uno dei fiori all’occhiello di via Nazionale. Pubblicata fino al 2011 da Laterza e oggi da Marsilio si propone di mettere a disposizione degli studiosi analisi, documenti e statistiche. Qualche settimana fa è uscito l’ultimo volume, L’Italia e l’economia mondiale, una specie di enciclopedia della storia economica della penisola curata da Gianni Toniolo (insegna a Tor Vergata) che ha messo al lavoro almeno una trentina di studiosi. In uno dei contributi più interessanti Nicholas Crafts e Marco Magnani tentano una valutazione  complessiva dell’impatto dell’euro sull’economia italiana. I due citano le intenzioni […]

  

L’Inps, l’inefficienza pubblica e i super stipendi dei manager

Come spiegare tanta indignazione, sui giornali e sulla Rete, contro i super stipendi dei manager pubblici? Non è un triste caso di invidia sociale. Molto semplicemente gli italiani sono costretti quotidianamente a mettere a confronto gli stipendi dei vertici pubblici con il servizio offerto. Personalmente ho sempre considerato demagogiche le polemiche sulla busta paga (più di 1,1 milioni annui) dell’ex numero uno dell’Inps Antonio Mastrapasqua, da poco dimissionario.  Ma le mie certezze sono state messe a dura prova da quando ho avuto a che fare con l’Inps  e con la cieca approssimazione delle sue procedure (proprio quelle che i super […]

  

Renzi dalla Merkel: l’Italia alle prese con l’eterno problema tedesco

Uno storico dell’Università di Cambridge, Brendan Simms,  ha pubblicato l’anno scorso un libro (Europe, The struggle for supremacy), ampiamente discusso sulla stampa internazionale,  in cui presenta l’intera storia del Vecchio continente negli ultimi cinque secoli come il tentativo di gestire il problema della potenza tedesca.  La Germania, secondo Simms, è troppo piccola per stabilire una durevole supremazia sul resto d’Europa, ma troppo grande e forte per essere trattata come gli Stati che la circondano. In campo economico e monetario è senza dubbio così e anzi si pùo dire che negli  ultimi 50 anni tutti i più grandi scossoni valutari  che […]

  

Lo “sceicco” Putin e la crisi Ucraina: uno scontro tra due fallimenti

Comunque vada a finire la disputa tra Russia e Ucraina, una cosa è sicura: i due Paesi protagonisti della vicenda sono un esempio di  come la cattiva politica si traduca in disastri (evidenti o mascherati)  sul piano economico. Per il momento i problemi di Mosca sono nascosti dalla rendita dell’export di gas e petrolio, quelli di Kiev sono invece sotto gli occhi di tutti. L’economia ucraina è una delle peggio gestite al mondo e c’è chi ne ha fatto un caso di scuola per spiegare il concetto di catastrofe  gestionale. Erik Nielsen, chief economist di Unicredit, ha messo in fila […]

  

Il blog di Angelo Allegri © 2018