Renzi dalla Merkel: l’Italia alle prese con l’eterno problema tedesco

Uno storico dell’Università di Cambridge, Brendan Simms,  ha pubblicato l’anno scorso un libro (Europe, The struggle for supremacy), ampiamente discusso sulla stampa internazionale,  in cui presenta l’intera storia del Vecchio continente negli ultimi cinque secoli come il tentativo di gestire il problema della potenza tedesca.  La Germania, secondo Simms, è troppo piccola per stabilire una durevole supremazia sul resto d’Europa, ma troppo grande e forte per essere trattata come gli Stati che la circondano. In campo economico e monetario è senza dubbio così e anzi si pùo dire che negli  ultimi 50 anni tutti i più grandi scossoni valutari  che […]

  

Lo “sceicco” Putin e la crisi Ucraina: uno scontro tra due fallimenti

Comunque vada a finire la disputa tra Russia e Ucraina, una cosa è sicura: i due Paesi protagonisti della vicenda sono un esempio di  come la cattiva politica si traduca in disastri (evidenti o mascherati)  sul piano economico. Per il momento i problemi di Mosca sono nascosti dalla rendita dell’export di gas e petrolio, quelli di Kiev sono invece sotto gli occhi di tutti. L’economia ucraina è una delle peggio gestite al mondo e c’è chi ne ha fatto un caso di scuola per spiegare il concetto di catastrofe  gestionale. Erik Nielsen, chief economist di Unicredit, ha messo in fila […]

  

Super Mario Draghi torna in scena: ecco le armi a sua disposizione

Se c’è una persona a cui si può attribuire il merito di aver guidato l’Europa (quasi) fuori dalla crisi, questa è Mario Draghi. Navigando con l’abilità di un grande politico tra le incongruenze dell’impotente Italia  e la miopia della potente Germania, Draghi è riuscito a portare la fragile navicella dell’euro fino a vedere la riva. Ora però tocca di nuovo a lui. Di fronte ha ancora problemi non da poco: allontanati i rischi di un’implosione della moneta unica, deve fare i conti con una ripresa che è tale solo per i Paesi più forti e che si riflette su un […]

  

Il blog di Angelo Allegri © 2018