Da Cameron alla Thatcher: l’Europa fa male ai conservatori inglesi

L’Unione europea è una tradizionale spina nel fianco dei premier conservatori britannici. E a volte può diventare un pericolo per la loro sopravvivenza politica. Accade in questi giorni a David Cameron  che sta giocando (e  perdendo) la partita per la nomina di Jean Claude Juncker a presidente della Commissione di Bruxelles. Accadde poco più di 20 anni fa a Margaret Thatcher. Nel 1990 la Lady di Ferro gettò tutto il suo peso politico nella lotta contro il progetto di moneta unica voluto dall’accoppiata Kohl-Mitterrand. In un discorso alla Camera  rimasto nella storia britannica pronunciò parole di fuoco: “Se cedete la […]

  

La battaglia europea su Juncker: perchè Cameron è furibondo e la Merkel tentenna

Povero Jean-Claude Juncker. Sul candidato di punta del partito popolare alle ultime elezioni europee si è scatenata una lotta di potere con pochi uguali nella storia delle istituzioni di Bruxelles. Non è, ovviamente, una questione personale. O almeno non è solo una questione personale. In ballo non c’è tanto la poltrona di presidente della Commissione europea, quanto la decisione sul futuro della stessa Unione. A esprimere con chiarezza tutta anglosassone il problema legato alla candidatura Juncker è stato il premier inglese David Cameron. Nel recente vertice in Svezia tra quattro primi ministri di Paesi del Nord Europa ( Gran Bretagna, […]

  

Ecco i veri nemici dell’Italia: gli italiani (o almeno certi italiani)

Chi si ricorda di Massimo d’Azeglio? Di lui si cita spesso una frase: fatta l’Italia, ora bisogna fare gli italiani. Per il resto buio assoluto. Luigi Zingales, economista dell’Università di Chicago nonché neo consigliere d’amministrazione di Eni, usa un brano dello scrittore e uomo politico risorgimentale per concludere il suo libro appeno uscito sull’euro, “Europa o no”. (Se avete voglia di capire i problemi delle moneta unica, le opportunità e i rischi di una eventuale uscita dell’Italia, è un testo da leggere). Al di là dei temi economici la citazione di D’Azeglio è folgorante.  Eccola:   I più pericolosi nemici […]

  

Elezioni europee: voi votate, la Merkel decide

La campagna elettorale è iniziata e i partiti hanno ormai lanciato lo sprint per il voto del 25 maggio. Ma l’esito delle prossime elezioni europee è più che mai un’incognita. Non solo perché, come è ovvio, l’orientamento degli elettori si conoscerà solo a urne aperte. A essere cambiate sono le regole. E nessuno può essere sicuro di come verranno applicate per la prima volta.  Il tema è semplice: chi sarà il prossimo presidente della Commissione europea? L’attuale numero uno , Josè Manuel Barroso è stato scelto a maggioranza qualificata  dal Consiglio Europeo (in pratica dagli Stati membri della Ue)  e […]

  

I 33 miti sulla moneta unica. Fatti a pezzi dall’ex boss della Bce

Come sempre accade in Italia anche il dibattito sull’euro è diventato un match tra tifoserie. E nei talk show attaccare la moneta unica è come agitare il drappo rosso di fronte al toro, serve a suscitare l’applauso degli spettatori e a fare bella figura, assolvendo la propria parte politica da decenni di politiche economiche sbagliate. Per questo ogni tentativo di riportare il dibattito sul piano dei fatti e dell’argomentazione razionale diventa prezioso . Tanto più se a scrivere di euro (“33 false verità sull’Europa”, appena uscito per il Il Mulino)  è uno degli uomini che hanno gestito le vicende della […]

  

L’euro non è stato un successo, ma con la lira sarebbe stato peggio. Parola di Banca d’Italia

    La Collana storica della Banca d’Italia è uno dei fiori all’occhiello di via Nazionale. Pubblicata fino al 2011 da Laterza e oggi da Marsilio si propone di mettere a disposizione degli studiosi analisi, documenti e statistiche. Qualche settimana fa è uscito l’ultimo volume, L’Italia e l’economia mondiale, una specie di enciclopedia della storia economica della penisola curata da Gianni Toniolo (insegna a Tor Vergata) che ha messo al lavoro almeno una trentina di studiosi. In uno dei contributi più interessanti Nicholas Crafts e Marco Magnani tentano una valutazione  complessiva dell’impatto dell’euro sull’economia italiana. I due citano le intenzioni […]

  

Europa o nazione: ecco la posta in gioco nel prossimo voto europeo

Nei giorni scorsi il settimanale tedesco “Die Zeit” ha ospitato un colloquio tra due pesi massimi della cultura europea, Ulrich Beck e Alain Finkielkraut. Beck, sociologo tedesco, è sostenitore  di un’Europa postnazionale e cosmopolita.   Finkielkraut, francese, sottolinea i limiti della costruzione europea e valorizza il ruolo di nazione. I duellanti hanno espresso le loro posizioni con grande efficacia. Per questo val la pena riportare due o tre passaggi dell’incontro. Chiariscono bene i termini del l’attuale dibattito e spiegano quale sarà la posta in gioca nelle prossime elezioni europee. Nazione, Europa e democrazia Finkielkraut: Si è creduto di costruire l’Europa senza, […]

  

Il blog di Angelo Allegri © 2018