Se volete capire qualche cosa di più dell’Italia dovete comprare un libro appena uscito: “Perché il sud è rimasto indietro” (Il Mulino). L’autore, Emanuele Felice, abruzzese di Lanciano, classe 1977, insegna  all’Università autonoma di Barcellona e tenta una sorta di sesto grado :  leggere storia e cause dell’arretratezza del Mezzogiorno superando le sterminate biblioteche scritte sull’argomento e utilizzando le più moderne chiavi interpretative offerte dalla storia economica. Il giovane professore, con un linguaggio di una chiarezza anglosassone, fa giustizia di molte delle tesi tradizionali sul meridionalismo. Quella assolutoria, che attribuisce le colpe di un ritardo “atavico” del Sud agli […]