Autonomia, sgravi fiscali per le paritarie, chiamata diretta dei docenti, carriera basata sul merito,  piani di studio personalizzati per gli studenti, alternanza scuola-lavoro, più inglese e più informatica.Ma questa non era la riforma del centrodestra?  La Buona Scuola di Matteo Renzi si incardina su principi per l’affermazione dei quali il centrodestra ed in particolare Forza Italia ha dato battaglia per anni. In particolare sull’autonomia scolastica è impossibile non  notare come il progetto Renzi sul reclutamento dei docenti appaia ispirato (per non dire proprio copiato) da quello presentato dall’ex sottosegretario all’Istruzione di Forza Italia, Valentina  Aprea,  nel maggio del 2008,  quando ricopriva il ruolo di presidente della Commissione Cultura della Camera. Un progetto che venne poi profondamente modificato per volontà dell’opposizione ovvero sostanzialmente del PD che oggi invece la ripropone come fosse nuova di zecca.

La Aprea che oggi ricopre il ruolo di assessore all’Istruzione in Lombardia, fa notare che <Autonomia scolastica, chiamata diretta dei docenti, merito, valutazione, pluralismo dell’offerta formativa sono stati i cardini delle nostre Riforme contro le quali la sinistra saliva sui tetti>. E dunque FI è pronta a sostenere il cambiamento anche se la Aprea rimprovera a Renzi  sia di aver frenato sul principio della carriera dei docenti per merito sia sulla portata degli sgravi fiscali per le paritarie dai quali restano escluse le scuole superiori.

A questo punto la domanda è obbligatoria: le stesse idee sono cattive se le propone Forza Italia e diventano invece buone se arrivano dal centrosinistra?  Vedremo che cosa accadrà in Parlamento.

Ad evidenziare le somiglianze anche la rivista specializzata Tuttoscuola che sottolinea come la proposta del governo Renzi somigli proprio al progetto originale della Aprea.  Tra le analogie più evidenti la chiamata diretta dei docenti da parte dei dirigenti scolastici e la laurea abilitante. I docenti vengono “pescati” dagli Albi che nel ddl Renzi vengono definiti territoriali e non regionali come in quella della Aprea ma la sostanza è la stessa. E le corrispondenze non finisconoo qui. Ecco la tabella pubblicata da Tuttoscuola che evidenzia quanto siano vicini i due progetti.

 

 

  Ddl BUONA SCUOLA Ddl 953/08 APREA
     
Reclutamento Concorso nazionale su base regionale; chiamata diretta dagli albi territoriali da parte dal dirigente scolastico (Art. 7, c. 2)   Concorso di istituto triennale; chiamata diretta da parte delle scuole
Abilitazione Inclusione del percorso abilitativo all’interno di quello universitario con tirocinio (art. 21, delega)  All’interno dei corsi di laurea magistrale con tirocinio
Albo professionale Albi territoriali Albi regionali
Figure professionali Non sono previste figure distinte Tre figure: docente iniziale, ordinario, esperto
Carriera Scatti di anzianità.Incarichi triennali retribuiti, rinnovabili, conferiti dal dirigente scolastico.Bonus per merito, assegnato dal dirigente scolastico. Retribuzione differenziata nei tre livelli.Scatti biennali per anzianità.Retribuzione aggiuntiva per incarichi complessi (solo docenti ordinari ed esperti).
Passaggi di livello Non previsti 1) Da iniziale e ordinario: a domanda con selezione per soli titoli2) Da ordinario a esperto: a domanda con formazione e concorso gestito da reti di scuole
Formazione in servizio obbligatoria, permanente e strutturale (art 10, c.3)  Non obbligatoria, ma è valorizzato il ruolo delle associazioni professionali disciplinari
Autonomia Statuto autonomo (art. 21 c. 2 lett.f) e potestà regolamentare.Si punta sulla “valorizzazione del ruolo dell’istituzione scolastica” e sulla “responsabilizzazione del dirigente scolastico” (art. 21, delega).Erogazioni liberali con creditod’imposta.Finanziamenti esterni esponsorizzazioni (art. 3 c. 2) Statuti autonomi e potestàregolamentare.Possibile costituzione di Fondazioni.
Organo di governo Consiglio di istituto.Riforma degli organi collegiali(art. 21 c. 2 lett. f).Organi rappresentativi nazionali,regionali e territoriali. Consiglio di amministrazione.Riforma degli organi collegiali.Organismi tecnici rappresentatividella funzione docente, nazionalee regionali.
Dirigenza Dirigente scolastico con poteri rafforzati (art. 2, c.1) Dirigente scolasticoVicedirigente, funzione cui si accede tramite concorso per titoli ed esami, può essere esonerato da insegnamento

 Fonte: TUTTOSCUOLA.

 

Tag: , , , ,