Il primario, il senatore e la giovane infermiera

Una storia italiana piccola e banale.  Ma con una protagonista originale che ricorda un po’ il bambino della fiaba di Andersen,  I vestiti nuovi dell’Imperatore. L’unico che ha il coraggio di girdare <Il re è nudo> mentre tutti gli altri fingono di vedere i suoi vestiti  che pure non esistono per paura di passare da sciocchi. Qualche giorno fa nel reparto di Medicina Interna del Policlinico Umberto I di Roma è successa una cosa già avvenuta certamente milioni di volte. Per far posto ad un Senatore della Repubblica un paio di pazienti già ricoverati sono stati spostati dalle loro camere […]

  

Guerra tra medici per il Nuovo Codice Deontologico

Il Nuovo Codice Deontologico dei Medici approvato pochi giorni fa scatena la guerra tra gli Ordini provinciali. Bologna, Lucca, Massa Carrara e Milano minacciano il  ricorso al Tar pur di non applicarlo. Eppure il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), Amedeo Bianco, aveva annunciato trionfalmente che il Codice era stato approvato all’unanimità al termine del Consiglio Nazionale tenutosi a Torino. In realtà erano stati registrati 10 voti contrari e 2 astenuti. E anche se su 106 Ordini votanti i contrari rappresentano una minoranza i ribelli fanno notare che non era mai successo che […]

  

Di Bella: la cura, la speranza e la realtà.

Si torna  a parlare di Luigi Di Bella e della sua terapia, oggi ancora praticata da suo figlio Giuseppe che ha raccolto la sua eredità. Una sentenza del Tribunale di Lecce ha riconosciuto come fondato il ricorso di una donna ammalata di tumore imponendo alla sua Asl si riferimento non soltanto di fornirle la terapia a spese del servizio sanitario nazionale ma anche di risarcirla di quanto aveva fino a quel momento speso di tasca sua per ottenere quelle cure, circa 25.ooo euro. Continuo a pensare che non possano essere i giudici a ordinare una cura contraddicendo pareri medici ed […]

  

Niente cure per garantire il diritto alle cure. Ma a che cosa serve lo sciopero dei medici?

Personale ridotto all’osso, pronto soccorso intasati, prelievi ambulatoriali fermi per mancanza di siringhe. Il servizio sanitario nazionale è al collasso e lunedi’ 22  luglio si fermerà per 4 ore in segno di protesta.  Verranno garantite soltanto le emergenze.  Lo sciopero coinvolge 115 .000 medici e veterinari  e 20.000 amministrativi, tecnici e dirigenti. Quindi  non soltanto saranno congelati 30.000 interventi chirurgici e 500.ooo controlli specialistici ma si bloccheranno anche i controlli per la sicurezza alimentare nei mercati ittici ed ortofrutticoli  e la macellazione del bestiame perchè scioperano anche i veterinari. Insomma se proprio vi dovete ammalare è meglio che aspettiate un paio di […]

  

Oltre le Nuvole © 2019