Di Maio ha ragione su TAV?

toninelli-tav-torino-lione-1114423

I sostenitori del 5 stelle scatenati contro Di Maio per aver rimandato all’ aula parlamentare la decisione sulla TAV. Ad un primo colpo d’ occhio sembrerebbe un tradimento ma tentiamo di guardare la faccenda da altri punti di vista: 1) Cosa accadrebbe se davvero Di Maio puntasse i piedi e facesse dimettere i ministri , creando la crisi di governo ? Innanzitutto che la colpa della crisi di governo sarebbe addebitata al partito 5 stelle con le conseguenze elettorali che ne conseguono. E se si andasse ad elezioni proprio i 5 stelle pagherebbero un dazio altissimo. Oltre a quello che […]

  

Von Der Leyen eletta per un pugno di voti. Dei 5 stelle purtroppo..

Ursula

Come possono i 5 stelle aver votato la Von Der Leyen? Siamo alle solite. Incoerenza pura. La stessa che portò dalla alleanza con Farage al tentativo di entrare in ALDE. Da un lato Forza Italia che fa parte del PPE e vota contro i candidati italiani della LEGA e a favore di candidati tedeschi o filo tedeschi, dall’ altra i 5 stelle che votano come Presidente della Commissione Tedesca pardon Europea . Una candidata ultraeuropeista e immigrazionista (le vite si salvano …  ma in Italia) . Come si può avere due partiti , uno alleato alle elezioni di Salvini-Meloni e […]

  

Alitalia: il riscatto?

alitalia -------------------

  Si sta concludendo la vicenda Alitalia. Lo Stato rientra nel capitale con una maggioranza relativa del 35%, altro 35% per Atlantia più altri partners come Ferrovie dello Stato e Delta Airlines. Ho sempre sostenuto che Alitalia andasse nazionalizzata. Alitalia è importantissima per portare turisti in Italia, e per dare continuità territoriale alla penisola. Ma oltretutto è un simbolo. Alitalia è costata qualcosa come 400 euro (ho letto in uno studio) ad ogni italiano? Male perchè avrebbe potutto costare zero. Ma sono comunque disposto a pagare 400 euro in tanti anni pur di avere voli diretti per Cina, Giappone, USA, […]

  

Deutsche Bank , Oro e Argento.

Deutsche BankDeutsche Bank

Veniamo adesso a quanto accaduto sui mercati nell’ultimo trimestre. La Deutsche Bank ha annunciato l’ennesimo piano di ristrutturazione. Con 1,3 trilioni di attività e 43 trilioni di derivati, difficilmente la costituzione di una bad bank, la cessione di talune attività e la riduzione della leva per 288 mld di euro, potranno bastare ad evitare, ormai in extremis, il disastro bancario più grande della storia. Sino ad oggi, la più grande bancarotta fu quella della Lehman Brother che nell’anno del fallimento deteneva attività inferiori di circa il 50% rispetto a quelle attualmente detenute dalla Deutsche, ed è per questo che un […]

  

Il fisco a caccia dei grandi? finalmente.

Negli ultimi tempi pare che ci sia un nuovo approccio della Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza nei confronti della evasione fiscale. Mentre il mantra mediatico riprende sempre gli stessi temi tipo ” italiani popolo di evasori” , non ci si accorge che negli ultimi anni il rapporto cacciatori di evasori – evasori per fortuna sta cambiando. Rottamazioni e altri metodi di chiusura per i piccoli sono stati allargati anche in previsione dell’ allargamento della flat tax , mentre si va alla ricerca del bersaglio grosso. Pare che finalmente qualcuno abbia suggerito che non sono l’ idraulico ed […]

  

Per il partito FORZA SPREAD una brutta settimana.

Calenda Decreto Dignità 2Corsera UECorsera UE

Pessime notizie in settimana per il partito Piddin-Globalista-Immigrazionista. Iniziamo con ordine: 1) I dati sugli occupati sono i migliori dal 2012. Grazie anche al decreto dignità che tutto il mainstream da Forza Italia, al PD, a + Europa e persino Fratelli d’ Italia avevano criticato. I giornaloni schierati hanno fatto la ennesima figura da peracottari sbagliando ogni previsione.  Secondo i geni della comunicazione le società di riders avrebbero chiuso bottega in Italia e aperto altrove. Tutto ciò non è accaduto anzi incrementano riders e aprono in altre città. Oltre a questo i contratti precari diventano sempre più stabili (presto speriamo […]

  

Ottobre rosso © 2019