La Germania e quel complesso di superiorità

aereo

Non una parola di scuse. E perché mai? “I nostri piloti restano i migliori del mondo“, si è limitato a commentare l’ad della Lufthansa, Carsten Spohr. Del mondo, intendiamoci, non della Germania. E l’Airbus A320, neanche a dirlo ma l’ha detto: “era al cento per cento abile per volare”. Come avete potuto anche solo dubitarne? Per quanto aerolinea a basso costo (low cost), la Germanwings è pur sempre teutonica. Tutta colpa del ventisettenne Andreas Lubitz, copilota del volo 4U9525, che avrebbe volontariamente – il condizionale resta d’obbligo – causato la propria morte e quella di altre 149 persone. Se fosse stato musulmano ora non avremmo dubbi (la gran parte […]

  

La Barracciu è un’intoccabile! Gassman, pentiti.

gasman2gasman3

Lei non sa chi sono io! Lui, parliamo di Gassman, forse non sapeva chi era lei, Francesca Barracciu. Lo diciamo nel caso potesse valergli come attenuante, quando gliela faranno pagare. E succederà. Se le sono suonate, ieri l’altro su Twitter e noi eravamo qui a goderci lo spettacolo con immaginarie noccioline da sgranocchiare. La cronaca del match: ha iniziato lui, sollecitando la sottosegretaria ai beni culturali a lasciare la poltrona in attesa che la magistratura chiarisca se i fondi pubblici sperperati quand’era consigliere regionale della Sardegna erano congrui o meno alle necessità istituzionali della stessa. La risposta è stata da brivido: “chiarirò tutto a fondo. […]

  

L’Italia, il paese delle finte “inaugurazioni”

inaugurazioni

PESCARA. Didascalia senza nomi. Perché è una realtà che si è dimostrata una volta di più soap. Saporifera. L’ennesima inaugurazione con tanto di taglio del nastro, rigorosamente verdebiancoerosso. Annuncio. Foto. Titoli sui quotidiani. Siamo a Pescara e manca solo il sacerdote a benedire la nuova Radiologia al distretto sanitario di Pescara Nord ma dallo scatto è passata una settimana e il reparto non funziona. Manca il personale, pare. Intendiamoci, non è né la prima né l’unica passerella inutile. Striscia la notizia c’ha creato un genere, al riguardo. Magari di qui a qualche mese lo stesso reparto verrà inaugurato un’altra volta. E saremo […]

  

Poletti, ma perché non si prende una bella vacanza?

poletti

Poletti Giuliano, perito agrario della “classe” 1951, perché non si prende una bella vacanza? Dal governo, vogliamo dire, di cui è Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. Lei e la sua signora, ovviamente assessora anche lei, come direbbe la Boldrini. Tre mesi non saranno sufficienti per rimediare un titoletto di studio, per quanto esistano scuole di recupero che fanno miracoli, ma il tempo potrebbe esserle sufficiente per fare buone letture, studiare, fare cruciverba e, semmai, riposare e godersi un po’ i figli, dopo lunghi decenni di militanza comunista e una ultraventennale esperienza nella cooperazione sino all’agognata e lautamente remunerata presidenza della Lega […]

  

Niet al nuovo disco di Sergio Caputo, che denuncia: è radiopoli!

caputo

Pochi cantautori sono amati come Sergio Caputo. Il suo italianswing ha segnato indelebilmente l’immaginario di più generazioni di italiani e non è certo un caso se, da quando è rientrato stabilmente in Italia, i teatri si riempiano per ascoltarne i concerti. Apprezzatissimi. Quanto l’abbiamo atteso? Quanti “sabati italiani” abbiamo trascorso a canticchiare il celebre motivo del nostro Sergio Caputo in attesa di nuovi editi da assaporare e mandare già a memoria insieme agli altri? Tanti, eppure proprio adesso che l’artista romano si appresta a lanciare il suo nuovo album POP, JAZZ and LOVE (uno dei migliori della sua carriera, assicura) da alcune radio arriva […]

  

“Mamme, non chiamate Luciano il vostro bambino!”

atri

“Non chiamatelo Luciano!” Armatevi di un dizionario e trovate un altro nome. Uno qualsiasi ma non quello del presidente della Regione Abruzzo. «Anybody but Luciano», per parafrase una slogan di successo che accompagnò la sconfitta di Bush alle presidenziali. Chiunque ma non Luciano, quel nome deve sparire dagli atti di nascita. È questa la singolare forma di protesta intrapresa dalle mamme di Sulmona, paese dell’Abruzzo interno – paese si fa per dire, visto che conta 25mila abitanti – che si è visto chiudere il punto nascita. Un’espressione burocratichese che vuol dire che il reparto maternità non esiste più. Vuoi partorire? Prendi […]

  

Francis, stavolta l’hai fatta grossa!

frank

Francis (siamo alla terza stagione, consentici un pizzico di confidenza), stavolta l’hai fatta grossa: sputare sulla statua di Gesù crocefisso, per di più in una Chiesa, non è stata una grande trovata. Tanto meno cercare di asciugarlo – per cancellare le prove, solo per quello – provocandone caduta e frantumazione. È la serie stessa a essere in caduta libera, almeno a giudicare dal “gradimento” dei cattolici americani, non proprio una minoranza. Furibondi, per non dire altro. Obama, fan della prima ora, che aveva espresso il suo apprezzamento per la “scaltrezza” politica del suo collega democratico, all’epoca capogruppo di maggioranza al Congresso, ora tace imbarazzato. Parliamoci chiaramente: […]

  

Massimo Tosti, se n’è andato il liberale che anticipò Tangentopoli

massimo tosti

Alzi la mano chi di voi festeggerebbe il 70esimo compleanno lanciandosi con il paracadute. E adessso mettetele giù, perché non vi credo. Massimo Tosti, nomen omen, era quel tipo d’uomo. Era. Perché se n’è andato ieri, anzi: è morto, avrebbe scritto lui col suo stile asciutto da cronista  indisponibile a infiocchettare le notizie più sgradevoli. Non cercate foto sul web, non ne troverete. Io, almeno, non ne ho trovate altre che questa. Non saprei neanche dirvi quando è nato né offrirvi dettagli sulla morte, che lo ha colto ieri all’ospedale di Cassino. Non vi racconterò che lo conoscevo, mi limiterò […]

  

Cultura, Estetica e Creatività, la sinistra tentazione di Bracco, consigliere regionale a 5 stelle

bracco M5S

L’Aquila. Delegato ieri a “Cultura, Estetica e Creatività” dal presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, democristiano di sinistra abilissimo nel reclutamento trasversale, Leandro Bracco è oggi il consigliere regionale a 5 stelle più “braccato” sul web. Il popolo grillino è insorto, chiedendone e ottenendone la testa. Metaforicamente, s’intende. Le giustificazioni addotte dal destellato consigliere – “accetto, ma resto all’opposizione” – non hanno convinto i suoi colleghi. Non è possibile tenere il piede in due scarpe, hanno tuonato. Tanto più perché, quando ieri, in aula, si è trattato di votare contro la chiusura dei punti nascita di Atri, Sulmona, Penne e […]

  

Veronica Hebanell, la nuova eroina del fantasy creata dalla giovanissima Francesca Trinchini

826-9 copertina

C’è una nuova eroina nell’immaginifico universo del fantasy e il suo nome è Veronica Hebanell, dodici anni e (primo indizio) una voglia a forma di mezzaluna di colore dorato. La sua famiglia – il padre vedovo e una madre, la misteriosa Sybilla, scomparsa nel nulla – nasconde un segreto “che non è la ricetta dei muffin”. Prendete nota: Dandelion. Il lato oscuro di Veronica Hebanell è solo il primo volume di una nuova saga che promette assai bene. Quel che stupisce non è tanto l’età dell’autrice, Francesca Trinchini, studentessa del quinto ginnasio della “classe” 1999, ma il fatto che abbia […]

  

Il blog di Roberto Alfatti Appetiti © 2017