Telefono%20rovente

Buonasera, la volevamo avvisare che da questa sera a mezzanotte la sua tariffa telefonica raddoppierà“.

Marco Proietti Mancini, scrittore romano, è saltato sulla sedia. Da 70 a 150 euro non è uno scherzo. Non può essere uno scherzo. O forse sì? Per togliersi ogni dubbio, dovrebbe essere sufficiente chiamare il numero verde dell’operatore. In questo caso, il 155 della Wind. Che però – con comprensibile sgomento di Proietti Mancini – conferma l’aumento. Furibondo, il nostro è costretto a disdire l’abbonamento e a mettersi, come consiglia il finto operatore, sul “libero mercato”. Scoprendo solo più tardi, a “migrazione” avvenuta, che in realtà i truffati sono (oltre a lui) proprio quelli della Wind. Ma come diavolo ha fatto, la banda del buco telefonico, a rispondere dal 155? Hanno messo Mancini in attesa, probabilmente, aspettando che componesse il numero per far partire anche la musichetta. Professionisti della sòla, come si dice a Roma. Che appena dopo hanno telefonato, guarda caso, per proporre un’altra offerta, di altro gestore. Una cosa è certa: chi sono e come abbiano fatto lo scopriranno i carabinieri, perché lo scrittore romano si è precipitato a fare denuncia penale.

Nel dubbio, quando vi stanno per proporre un’offerta, piazzate una premessa del tipo: “attenda, prima di propormi qualsiasi cosa, debbo informarla che sto registrando la chiamata”. Vedrete che, 9 volte su 10, gli passerà la voglia di proporvi qualsiasi cosa.