Più luce! Nel giorno del suo compleanno, torna Nikola Tesla, il genio dell’elettricità

tesla

Nikola Tesla nacque a Smiljan il 10 luglio del 1856 (e morì a New York il 7 gennaio del 1943). Ingegnere elettronico e fisico serbo naturalizzato statunitense, è stato un inventore talmente innovativo da essere definito a più voci “l’uomo che inventò il Ventesimo secolo“. Bizzarro nei modi, indifferente alle lusinghe economiche, intransigente nei comportamenti e per alcuni folle, sicuramente geniale, Nicola Tesla aveva lasciato a posteri disattenti anche preziosi scritti inediti che Piano B Edizioni, nell’anniversario della nascita, ha il merito di aver portato finalmente alla… luce. Quale migliore omaggio all’uomo che è stato considerato il  vincitore della cosiddetta “guerra delle correnti” contro un monumento come […]

  

Quanto ci manca il Paz! Ventisette anni fa, moriva Andrea Pazienza

pazienzapazienza2

«La vignetta di Andrea col maggiolone Volkswagen che sfonda il guardarail mentre i tizi dentro pensano solo a farsi passare la canna, fotografa un’epoca molto meglio di un intero trattato sociologico». Pablo Echaurren, pittore, fumettista e scrittore, ha dato atto a Pazienza di aver saputo cogliere l’inquietudine e lo spirito autentico di quella distratta transizione tra gli anni Settanta e gli Ottanta, due epoche vicinissime nel tempo eppure di segno opposto, di cui l’artista pugliese fu ponte e protagonista. Il Paz, scomparso il 15 giugno 1988 a soli 32 anni, ha raccontato quella folle corsa verso il nulla con il […]

  

Bentornato “Rimini” di Tondelli, ma risparmiateci le pre e postfazioni

rimini

Rimini è uno dei romanzi più stupefacenti del rimpianto Pier Vittorio Tondelli, mai adeguatamente ricordato. Lo ristampa la Bompiani con una nuova(?) edizione, con “Rimini Compilation” a cura di Fulvio Panzeri (e va bene così, perché si tratta di un critico che l’ha studiato per anni, sia pure offrendone una lettura parziale, parziale come tutte le critiche ideologiche). Quel che non si capisce è perché accompagnare il testo con una postfazione di Elisabetta Sgarbi, deus ex machina della casa editrice. Forse la spiegazione, l’unica, è proprio questa. In ogni caso, più in generale, questa prassi di introdurre, spiegare, inquadrare i romanzi nel […]

  

Cuori neri e Mafia capitale? Una copertina che riapre vecchie ferite

sperling2

Cosa non si farebbe per vendere qualche copia in più. Eppure Luca Telese, di copie di Cuori neri (Sperling & Kupfer), nel 2006 ne aveva vendute già moltissime. In libreria e a domicilio. Senza risparmiarsi presentazioni porta a porta nei circoli vicini ad Alleanza Nazionale, perché il libro raccontava la storia di ventuno giovani militanti di destra “caduti” negli anni di piombo e lo faceva restituendone per la prima volta un ritratto onesto: quello di ragazzi normali, animati da una forte passione politica ma tutt’altro che criminali. Certo, il libro era lacunoso, a tratti impreciso e raffazonato, ma tenuto in […]

  

25 aprile? No, grazie

partigiani

Il 25 aprile è la festa di tutti? No, basta scorrere le pagine dei principali quotidiani per capire che questo 25 aprile in particolare segna, semmai, un passo indietro in una pacificazione nazionale che non c’è mai stata davvero. Sbianchettate con disinvoltura le verità storiche (le ombre sulla Resistenza) emerse a fatica negli ultimi anni, continuano a raccontarci le solite bugie. Il Corriere della Sera, in materia, sta pubblicando una collana di romanzi sull’epopea resistenziale a tinta unita (intendiamoci: tra cui alcune opere pregevoli di autori eccellenti, preziose testimonianze di un’epoca complessa), malgrado i fazzoletti rossi abbiano avuto un ruolo men che marginale, per usare […]

  

Restituiteci Mennea

MENNEA

E adesso chi ce lo ridà Pietro Mennea? Il rischio è di averlo irrimediabilmente sostituito, nell’immaginario collettivo, con il giovane Montalbano, con l’immagine di un Mennea ben diverso, decisamente più belloccio – l’attore Michele Riondino – ma privato delle sue caratteristiche più autentiche: la determinazione esasperata ed esasperante, una capacità di sacrificio che non ha (non ha avuto e probabilmente non avrà) eguali nel mondo dello sport e poco spazio lasciava ai sentimenti. Vederlo nell’agiografia confezionata da RaiUno, la notte prima della decisiva gara di Mosca del 1980, piagnucolare con il suo mentore per aver deluso “la donna della sua vita”, ce ne ha restituito […]

  

La Barracciu è un’intoccabile! Gassman, pentiti.

gasman2gasman3

Lei non sa chi sono io! Lui, parliamo di Gassman, forse non sapeva chi era lei, Francesca Barracciu. Lo diciamo nel caso potesse valergli come attenuante, quando gliela faranno pagare. E succederà. Se le sono suonate, ieri l’altro su Twitter e noi eravamo qui a goderci lo spettacolo con immaginarie noccioline da sgranocchiare. La cronaca del match: ha iniziato lui, sollecitando la sottosegretaria ai beni culturali a lasciare la poltrona in attesa che la magistratura chiarisca se i fondi pubblici sperperati quand’era consigliere regionale della Sardegna erano congrui o meno alle necessità istituzionali della stessa. La risposta è stata da brivido: “chiarirò tutto a fondo. […]

  

Niet al nuovo disco di Sergio Caputo, che denuncia: è radiopoli!

caputo

Pochi cantautori sono amati come Sergio Caputo. Il suo italianswing ha segnato indelebilmente l’immaginario di più generazioni di italiani e non è certo un caso se, da quando è rientrato stabilmente in Italia, i teatri si riempiano per ascoltarne i concerti. Apprezzatissimi. Quanto l’abbiamo atteso? Quanti “sabati italiani” abbiamo trascorso a canticchiare il celebre motivo del nostro Sergio Caputo in attesa di nuovi editi da assaporare e mandare già a memoria insieme agli altri? Tanti, eppure proprio adesso che l’artista romano si appresta a lanciare il suo nuovo album POP, JAZZ and LOVE (uno dei migliori della sua carriera, assicura) da alcune radio arriva […]

  

Massimo Tosti, se n’è andato il liberale che anticipò Tangentopoli

massimo tosti

Alzi la mano chi di voi festeggerebbe il 70esimo compleanno lanciandosi con il paracadute. E adessso mettetele giù, perché non vi credo. Massimo Tosti, nomen omen, era quel tipo d’uomo. Era. Perché se n’è andato ieri, anzi: è morto, avrebbe scritto lui col suo stile asciutto da cronista  indisponibile a infiocchettare le notizie più sgradevoli. Non cercate foto sul web, non ne troverete. Io, almeno, non ne ho trovate altre che questa. Non saprei neanche dirvi quando è nato né offrirvi dettagli sulla morte, che lo ha colto ieri all’ospedale di Cassino. Non vi racconterò che lo conoscevo, mi limiterò […]

  

Veronica Hebanell, la nuova eroina del fantasy creata dalla giovanissima Francesca Trinchini

826-9 copertina

C’è una nuova eroina nell’immaginifico universo del fantasy e il suo nome è Veronica Hebanell, dodici anni e (primo indizio) una voglia a forma di mezzaluna di colore dorato. La sua famiglia – il padre vedovo e una madre, la misteriosa Sybilla, scomparsa nel nulla – nasconde un segreto “che non è la ricetta dei muffin”. Prendete nota: Dandelion. Il lato oscuro di Veronica Hebanell è solo il primo volume di una nuova saga che promette assai bene. Quel che stupisce non è tanto l’età dell’autrice, Francesca Trinchini, studentessa del quinto ginnasio della “classe” 1999, ma il fatto che abbia […]

  

Il blog di Roberto Alfatti Appetiti © 2019