Cda Rai, Cencelli in riedizione renziana

massimiliano-cencelli-296861

“Matteo Renzi è il nuovo, ma dovrà applicare anche lui le mie regole se vuole evitare il caos“. Così parlò, in un’intervista a L’Unità del 14 febbraio 2014, Massimiliano Cencelli, celeberrimo autore dell’omonimo manuale, collaudata guida per spartire incarichi tra i partiti. Cvd. Al di là dei proclami di Renzi, i cui ameni tweet (“Buongiorno ai gufi”) registrano una imbarazzante crescita esponenziale del tasso di infantilismo del nostro premier, il “metodo” Cencelli si è confermato insostituibile bibbia della lottizzazione di ieri e di oggi. Cencelli, classe 1936, funzionario della Dc, figura non proprio di primissimo piano, lo ideò in occasione […]

  

E Mariotto Segni tuonò: 1992 è una puttanata!

accorsi

1992, la nuova serie di Sky, nasce da un’idea di Stefano Accorsi. Bravo, penserete. Bravo, pensammo quando – molti mesi fa – iniziò la campagna promozionale. Finalmente qualcuno s’è deciso a raccontare quella pagina mai raccontata della storia nazionale! Seguirne le prime puntate, però, è stato sufficiente per capire il perché: l’attore bolognese si è ritagliato per sé il ruolo di Leonardo Notte, una specie di Jordan Belfort in dodicesimi. Già, il buon Notte – fenomeno del marketing con un passato misterioso – sembra proprio la caricatura dello spregiudicato broker newyorkese interpretato, con ben altro spessore, ça va sans dire, da Leonardo DiCaprio in The Wolf of Wall Street. Un’ascesa tanto fulminante, […]

  

Restituiteci Mennea

MENNEA

E adesso chi ce lo ridà Pietro Mennea? Il rischio è di averlo irrimediabilmente sostituito, nell’immaginario collettivo, con il giovane Montalbano, con l’immagine di un Mennea ben diverso, decisamente più belloccio – l’attore Michele Riondino – ma privato delle sue caratteristiche più autentiche: la determinazione esasperata ed esasperante, una capacità di sacrificio che non ha (non ha avuto e probabilmente non avrà) eguali nel mondo dello sport e poco spazio lasciava ai sentimenti. Vederlo nell’agiografia confezionata da RaiUno, la notte prima della decisiva gara di Mosca del 1980, piagnucolare con il suo mentore per aver deluso “la donna della sua vita”, ce ne ha restituito […]

  

Francis, stavolta l’hai fatta grossa!

frank

Francis (siamo alla terza stagione, consentici un pizzico di confidenza), stavolta l’hai fatta grossa: sputare sulla statua di Gesù crocefisso, per di più in una Chiesa, non è stata una grande trovata. Tanto meno cercare di asciugarlo – per cancellare le prove, solo per quello – provocandone caduta e frantumazione. È la serie stessa a essere in caduta libera, almeno a giudicare dal “gradimento” dei cattolici americani, non proprio una minoranza. Furibondi, per non dire altro. Obama, fan della prima ora, che aveva espresso il suo apprezzamento per la “scaltrezza” politica del suo collega democratico, all’epoca capogruppo di maggioranza al Congresso, ora tace imbarazzato. Parliamoci chiaramente: […]

  

Il blog di Roberto Alfatti Appetiti © 2017