Addio a Sebastiano Vassali, lo scrittore che s’innamorò di Pound

“Nella cultura italiana ci sono state due cose insopportabili: prima della guerra gli ermetici e dopo la guerra Moravia. A parte Gli indifferenti non c’è una sua opera che mi abbia convinto. Ricordo di averlo visto una sola volta. A Milano. Nel 1959. Ero matricola. L’università aveva organizzato degli incontri con grandi scrittori. Vidi arrivare quest’uomo claudicante. Prese la parola e ho nitida l’impressione della noia che provai al discorso che fece e che ho dimenticato. Completamente diverso fu l’incontro successivo . Quando arrivò Ezra Pound c’erano, fuori della Statale, file di poliziotti. La gente inveiva per i suoi trascorsi […]

  

L’esemplare Parazzini, Camilleri, Black Bloc e CasaPound

Giuseppe Parazzini, 70 anni, notaio ed expresidente dell’Associazione Alpini, giovedì mattina ha “accolto” il corteo di quei delinquenti dei No Expo esponendo la bandiera italiana sul balcone. Fatto bersaglio del lancio di uova, Parazzini non si è spostato di un solo millimetro. Ecco, è di uomini così, sempre più rari, che dovremmo parlare, non di quei minorati mentali che hanno devastato Milano. Quelli vanno sbattuti in galera, senza tanti complimenti e con buona pace del garantismo a targhe (ed appartenenze) alternate. Quasi dimenticavo: complimenti a un verosimile fake Andrea Camilleri. Prontamente individuati i responsabili del disastro, li ha rimproverati con ironico disprezzo con un tweet: “Caro ragazzino […]

  

Il blog di Roberto Alfatti Appetiti © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>