Michelle, l’arma segreta di Hillary

E’ una donna, una (ex da molti anni) rivale, che oggi la definisce “la nostra amica”, la alleata di Hillary Clinton: Michelle Obama. La first lady ha tenuto banco alla convention, con un discorso che ha entusiasmato la platea e commosso, soprattutto quando ha parlato delle figlie. Michelle versione guerriera, vera leonessa della Casa Bianca. Michelle che tira la volata a Hillary, con quello che è stato definito dai giornali americani il suo “discorso migliore di sempre”. Per un’altra donna, la prima – dice – che potrebbe diventare presidente. E questo, per Michelle la battagliera, conta.

  

Harry Potter numero otto, un grande successo

Harry Potter and the Cursed Child: tante aspettative, insieme a un po’ di scetticismo, perché come potrà J.K. Rowling stare al passo con se stessa? L’anteprima dello spettacolo, al Palace Theatre di Londra, dice che la magia non ha abbandonato la signora: lo spettacolo è un successo clamoroso, standing ovation del pubblico, effetti speciali applauditissimi, personaggi amati anche nelle nuove versioni (specialmente Harry, Ron ed Hermione). In attesa della prima, sabato 30 luglio, giorno prima dell’uscita dell’ottavo libro.  

  

Un orrore per sole donne

E’ una storia drammatica quella raccontata da Sarah Helm nel suo Il cielo sopra l’inferno: il libro, pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer, è infatti “la drammatica storia vera di Ravensbruck, il campo di concentramento nazista per sole donne”. Ricco di documenti, testimonianze, indagini della stessa Helm, il suo lavoro riporta alla luce una pagina buia nascosta in un libro ancora più oscuro. Ora l’autrice, che era già stata in Italia nell’ottobre scorso (e in quell’occasione era uscita un’intervista sul nostro Giornale, http://www.ilgiornale.it/news/orrore-sole-donne-storia-nascosta-lager-ravensbr-ck-1183758.html  ), torna nel nostro Paese: domani, alle ore 18, sarà alla Casa internazionale delle donne di via della […]

  

Dov’è finito il teschio di Shakespeare

E’ stato Kevin Colls, di professione archeologo (forse in cerca di notorietà?) a lanciare il potenziale allarme, a ridosso delle celebrazioni epr i quattrocento anni dalla morte di Shakespeare: forse la testa del bardo è sparita. Forse qualcuno si è rubato il suo teschio, come peraltro sostiene una leggenda, secondo cui dei “cacciatori di trofei” se lo sarebbero portato via nel 1794, uno dei “trofei” più trofei del pianeta e della storia, nel suo genere. Ecco, Colls, che ha guidato le ricerche degli studiosi dell’università dello Staffordshire, ha “sondato” la tomba di Shakespeare nella Holy Trinity Church di Stratford-upon-Avon, il […]

  

Dov’è andato lo smog?

E’ bastato poco, diciamo l’inizio di un anno nuovo, a ripulire l’aria di Milano. E’ bastato poco, una pseudo-neve, una mezza pioggia, un paio di misurazioni e via: la questione smog era già scomparsa. Volatilizzata. Più sottile delle polveri, si è persa nell’aria di Milano. Dove è andato lo smog, all’improvviso? Chissà

  

Neve o non neve

Nevichera’, nevichera’, arriverà’ la neve, finalmente, e spazzera’ via l’orario smog che non ci lascia respirare, e ci intasa nasi e trachee e gole e polmoni. Ha nevicato, ole’. E gridano subito, le centraline e i loro portavoce: le polveri sottili sono diminuite. Eppure. Eppure dalle parti di casa mia, per dire, non ha nevicato. Neve, non neve. Sfoglieremo le margherite, per sapere come ondeggia lo smog…

  

Propositi (più) malmostosi per il 2016

Numero due: le altre madri. Le altre madri si dividono in due categorie: le amiche (poche), e tutte le altre. Le seconde, spesso, nemmeno salutano. Tendono a fare gruppo a se’, schifando il resto della popolazione. Il loro disprezzo è palpabile, e proporzionale all’impegno e al presenzialismo nelle attività scolastiche (dall’asilo in su). Il proposito? Non lasciarsi innervosire. Fregarsene se prendono il caffè insieme, e ti ignorano. Abbozzare, se monopolizzano la maestra per parlare di questioni apparentemente “fra loro”. Rimediare, se conoscono i nomi di tutti i bambini, e tu alcuni non li avevi nemmeno mai visti o sentiti. Mai […]

  

Propositi (più) malmostosi per il 2016

Dopo i propositi quasi buoni, e’ il momento di quelli più decisamente malmostosi. numero uno: ignorare i curiosi. Quelli che ti fanno le domande, che ti salutano per intrufolarsi nella tua vita, che ti chiedono “come stai” e poi ti tormentano, che non si fanno i fatti loro ma i tuoi, preferibilmente (di solito, purtroppo, amano anche parlare dei loro di affari che però, sempre purtroppo, non sono interessanti, tipicamente). Non che la malmostosita’ non tenda a ignorarli, spontaneamente. Ma, qualche volta, anche il/la malmostoso/a si lascia intenerire, insomma scambia due parole col curioso/a di turno, e si pente subito […]

  

Propositi (quasi) buoni per l’anno nuovo/15

Quindicesimo proposito: intensificare i bronci. appena allenti il broncio, lo addolcisci, lo dimentichi un pochino, abbassi la guardia. E non è che diventi meno malmostoso: al contrario, lo diventerai molto di più. Meglio un broncio oggi, che dieci bronci domani…

  

Propositi (quasi) buoni per l’anno nuovo/14

Quattordicesimo proposito: non arrabbiarsi troppo. e’ un proposito difficilissimo. Non arrabbiarsi troppo a casa, in famiglia, sul lavoro, sull’autobus, al supermercato, in chiesa, in spiaggia, sul treno, all’asilo dei figli, al telefono, alla posta, in coda, all’autogrill, al ristorante, nei negozi, al bar, al check-in, dal giornalaio, alla biglietteria, dal fruttivendolo, alla fermata del tram, in pizzeria. Non “non arrabbiarsi”, solo non esagerare, nella quantità e nella modalità…  

  

il blog di Eleonora Barbieri © 2016