Parenti assassini

6

È tutta questione di… sacralità. No, nei confronti di queste cose, di queste atrocità e zozzure umane non riesco ad essere equilibrato. Non voglio essere equilibrato, anche perché so che la magistratura non sarà nelle condizioni di fare giustizia. E se dovesse riuscire a farla sarà l’eccezione che conferma la regola. E  qualcuna, da qualche parte e in qualche evento pubblico, ha persino detto che alcuni individui, di altre culture, non sanno che da noi “non si usa” stuprare le donne per strada. Qui non si tratta di stupro, ma la cosa è equivalente, scandalosamente identica, per gravità e crudeltà. […]

  

Maestre facili

È tutta questione di… onnipotenza. Leggo di madri e colleghi/e indignate per l’abbigliamento delle maestre/colleghe/i. Anche se con la laurea, bisogna chiedersi come queste nuove figure si presenteranno a scuola, persino nell’abbigliamento, nei modi e dunque nella funzione. Fatevi un giro nelle classi, in qualsiasi scuola, di ogni ordine o grado, per arrivare, persino, all’università e vedrete: innanzi tutto, quasi tutti gli insegnanti sono femmine umane. E poi, che femmine! Minigonne, tacco quasi 12, vestiti sgargianti e improbabilmente mattutini, collane ed orecchini che sembrano cordoni e lampadari, tatuaggi in ogni dove, di tutte le misure. Se questo è il modo […]

  

Religiosamente ipocriti

foto stefano cracco

È tutta questione di… sacralità. In tempi che di sacro hanno, ahimè, ben poco, credo sia estremamente importante ricordare cosa sono i concetti di sacro e di religione. È religione, etimologicamente parlando, tutto ciò che lega ogni essere umano a qualche cosa, sia in senso verticale – ossia nel tempo (come il passato è religiosamente legato al futuro, attraverso il presente) – che in senso orizzontale, ossia quando ci sentiamo legati ad oggetti, situazioni o persone che vivono con noi, nel nostro tempo. Il termine da cui deriva religione è il latino re-legere, ossia scegliere, cercare oppure guardare con attenzione, […]

  

Sei depresso? No problem, ti uccido

È tutta questione di… onnipotenza. Si sospettano 20 omicidi, e non suicidi come in un primo momento sembrava, oppure si voleva far credere. Un medico australiano, verso il quale si sono scatenati tutti gli Stati del quinto continente, impietosito dalle richieste di malati in fase terminale, praticava un’efficace dolce morte. Non voglio qui discutere sull’eutanasia, perché ritengo sia una questione talmente delicata da non potersi esaurire in un blog, anche se penso sia necessario parlarne più diffusamente in molte occasioni di vita e in sedi diverse. Voglio però ragionare su altri due aspetti: la pratica solitaria di questo medico, anche […]

  

Il blog di Alessandro Bertirotti © 2019