Ci salveranno gli androidi

Androide

È tutta questione di… invisibilità. Può accadere che con l’arrivo di un nuovo videogioco, riaffiorino interrogativi antropologici mai sopiti. Detroit: Become Human, questo è il suo nome. Ha per protagonisti alcuni androidi asserviti alla razza umana. Ad un certo punto della loro esistenza, alcuni di essi vivono l’esperienza dell’emersione della coscienza di sé, e scoprono di avere terrore della morte, di provare sensazioni e sentimenti umani. In modo peraltro più accentuato degli umani stessi. Il giocatore, coinvolto con il tatto, la vista e l’udito, può vivere, per immedesimazione, i sentimenti della scoperta, della sorpresa, l’ansia dell’ignoto, la bellezza del contatto […]

  

L’intelligenza vince i partiti

empatia

È tutta questione di… empatia. Siete abituati a miei articoli, dove segnalo fatti e notizie che ci portano ogni volta a riflettere su quanto il mondo sia diventato invivibile e teatro di continui scontri. Questa volta, desidero darvi un segnale positivo riguardante sia l’importanza del web, se ben utilizzato, sia la speranza di incontrare persone diversamente uguali. Utilizzo questi due termini, anche se potrà sembrare una pubblicità al mio testo pubblicato l’anno scorso, semplicemente perché rappresentano al meglio il messaggio che voglio esprimere. La mia posizione sia politica che ideologica credo sia chiara a tutti. Tendo a non nascondermi e […]

  

Politica virulenta italiana

empatia

È tutta questione di… empatia. Questa la notizia, alla quale non mi sembra sia stata prestata la dovuta attenzione. Per questo motivo, nei limiti della mie possibilità, la riprendo io qui. Ci si lamenta spesso, anche da parte di tutte le provenienze partitiche e movimentistiche, della magistratura. Io non l’ho mai fatto, perché ritengo decoroso tacere, fino a quando le accuse non si definiscono sotto forma di sentenza. Ecco perché in questo caso affronto il tema, ma dal mio punto di vista. Ho descritto con una certa chiarezza e precisione il processo mentale dell’empatia, nella prima sezione del mio ultimo […]

  

Il blog di Alessandro Bertirotti © 2019