Mediocrità, razzismo, Littizzetto e Balotelli

Cosa lega insieme la mediocrità e il razzismo e, soprattutto Balotelli e la Littizzetto? Il ragionamento è forse un po’ contorto, ma potrebbe avere un senso logico. Cominciamo con la ragazzina livornese di 15 anni eletta Miss a Livorno (nella foto) insultata con frasi razziste su Internet. I 99 Posse (comunisti e napoletani) costretti ad annullare il concerto a Verona “perché si temono disordini”. Mario Balotelli che dopo aver affondato l’Italia e aver dato agli italiani dei razzisti, ha firmato il contratto con il Liverpool e rinnega il proprio passato: “Sono felice di essere tornato in Inghilterra, quando me ne sono andato ho sbagliato. […]

  

Lo Stato che uccide il turismo

La crisi c’è. Eccome se c’è. Questa estate poi ci si è messo pure il maltempo a peggiorare le cose. Però ha ragione Flavio Briatore (nella foto), inutile nascondersi dietro le scuse. I temporali hanno inevitabilmente condizionato l’esito di questa stagione balneare, ma non è questo il punto. Secondo l’ex general manager della Formula Uno, l’Italia è bloccata dal proibizionismo e il maltempo è tutta una scusa. Briatore, in un’intervista al Corriere della Sera, ha sparato a zero sul sistema turistico di Forte dei Marmi, della Versilia e dell’Italia intera. “Posticipare l’apertura delle scuole il 1° di ottobre? – dice […]

  

Chi combatte l’abusivismo in Italia viene silurato

Non bastavano il dissesto finanziario del Comune, il Carnevale 2015 a rischio, l’estate flop per i commercianti. A rovinare l’estate a Viareggio ci si sono messe pure le grane del porto. L’inchiesta sulle tangenti degli yacht miete un’altra vittima innocente. Dopo un anno dalla sua nomina alla fine di settembre il comandante della Capitaneria di Porto, Marco Alberto Iacono (nella foto), sarà trasferito a Palermo. Apprezzatissimo da tutti e vero artefice di una reale lotta all’abusivismo e salvaguardia delle acque, Iacono è un uomo delle istituzioni che con grande determinazione e coraggio ha portato avanti le indagini sul porto (nella […]

  

Madia ma non posso

“Lei sa cos’è il fascino? L’arte di farsi dir di si senza aver posto alcuna domanda”. Sembra scritto apposta da Albert Camus per il ministro per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione Marianna Madia (nella foto). Il curriculum è da secchiona. La gioventù passata a Fregene, il liceo alla scuola francese Chateaubriand, avamposto d’Oltralpe ma culla della Roma bene, poi la laurea con lode in Scienze politiche alla Sapienza, specializzazione e dottorato a Lucca, un volume sul welfare per il Mulino. Nel suo partito la considerano una super raccomandata, per amicizie e lignaggio. L’intellettuale Piergiorgio Odifreddi affila la penna: “È una […]

  

I cinesi ci conquisteranno. Speriamo presto

Per la prima volta sono andato a tagliarmi i capelli da un parrucchiere cinese. Abito a Milano in zona via Paolo Sarpi, la Chinatown della città, ma non mi era ancora capitato di provare. Sono stato quasi obbligato a farlo perché come dei provincialotti medio borghesi anche nella grande città della moda, della tecnonolgia e delle modernità, tutti vanno in vacanza nello stesso mese: agosto. Così, nel deserto più completo che si crea lungo le strade meneghine, gli unici a restare aperti sono sempre loro, i cinesi. Sì, quelli che non fanno gli scontrini, non pagano le tasse, non muoiono […]

  

Silenzio… parla Agnese

Mi sono ricordato di quel popolare spot televisivo della Pasta Agnesi (nella foto) trasmesso verso la fine degli anni Ottanta. Oggi si potrebbe parafrasare in Silenzio…parla Agnese. Una pubblicità che sembra fatta apposta per la first lady, Agnese Landini in Renzi (nella foto), sommessa e defilata in apparenza, ma in verità presente e ben determinata. Tanto da chiedere un’aspettativa a tempo indeterminato dal suo lavoro, che definisce precario, di insegnante di Lettere, per “motivi personali”. Una storia, quella nata con Matteo, molto romantica. Galeotta fu una gita in settimana bianca con gli scout (nella foto). Il lupetto Matteo Renzi conobbe la coccinella […]

  

Un governo da Boschi e da… riviera

C’è chi nella vita si accontenta e chi no. Ma, a volte, chi si accontenta gode. E parecchio. Come la ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi (nella foto), che sceglie per le sue vacanze estive forse il luogo più ordinario d’Italia, Marina di Massa, località balneare battuta perlopiù da anziani e bambini e ci va per giunta con famiglia a seguito: babbo, mamma, fratello e cognata. Forse per mantenere quello stile finto low profile imposto dal suo amato capo. Ma ogni tanto qualche strappettino alla regola ci sta bene. E’ stata vista in bikini sui lettini prendisole del bagno Marzocco […]

  

Il blog di Fabrizio Boschi © 2018