Quel Lingotto che non ti aspetti

IMG_0343IMG_0278IMG_0388IMG_0368IMG_0339IMG_0305

Che poi uno si chiede chi sia quel soggetto che sogna di farsi un selfie con Lorenzo Guerini, ex sindaco di Lodi. Forse è stato scambiato per Lorenzo “Jovanotti”, altrimenti qual è il senso? Ma tant’è. Questa è solo una delle tante scene curiose che sono rimaste impresse del Lingotto di Torino del 10-12 marzo. Solo le immagini sono rimaste, le parole solo volate via al vento, vuote come le idee espresse sul palco. Politicamente inutile, socialmente inconsistente, ma giornalisticamente interessante. Una lunga passerella di volti Pd che hanno approfittato per dare sfoggio della loro spocchia. Leggi De Luca, Nardella, Serracchiani […]

  

Il premier ripesca la terza Renzi’s angels

biagiotti, boschi, bonafèbiagiottimatteo-renzi-luca-lotti-1

In principio erano in tre. Simona Bonafè, Maria Elena Boschi e Sara Biagiotti (nella foto). Le Renzi’s Angels estratte dal cilindro della Leopolda, riprodotte in una foto di qualche tempo fa, in piazza del Duomo a Firenze, in stile Quarto Stato di Pelizza da Volpedo. Una è diventata eurodeputata (la Bonafè), di cui Renzi è stato anche testimone di nozze. Un’altra super ministra delle Riforme (la Boschi). All’ultima invece (la Biagiotti), già consigliera provinciale e poi assessore allo Sviluppo economico nella giunta Renzi, non è toccato nulla. Eppure per le primarie del centrosinistra nel 2012 si erano impegnate tutte allo stesso modo: rispettivamente, […]

  

Salta la prima testa del “giglio magico”

biagiotti, boschi, bonafè

  Che il Partito democratico si stia sbriciolando pian piano lo si avverte anche dalle periferie. Nel maggio 2014 una certa Sara Biagiotti venne eletta sindaco di Sesto Fiorentino, 49mila abitanti alle porte di Firenze, con il 56,7 per cento dei voti. Dopo appena un anno di amministrazione la sindaca (che è stata eletta anche presidente dell’Anci Toscana) è stata sfiduciata per effetto di una mozione firmata da 8 consiglieri del suo Pd, oltre che da 4 di Sel e da un ex grillino (il 21 luglio consiglio comunale straordinario). È la prima testa che salta del famigerato “giglio magico” di […]

  

Guai a toccare le Renzi’s girls

L’avvento di Matteo Renzi (nella foto) ha sfornato una nuova categoria di giornalisti: i renzologi. Ne spuntano come funghi in autunno. Mentre quelli che scrivono o parlano bene di Berlusconi vengono definiti servi, quelli che scrivono o parlano bene di Renzi vengono chiamati renzologi. I giornali remano quasi tutti verso Rignano sull’Arno. Articoli grondanti di saliva per incensare le gesta di Matteo il Grande. Aggettivi a bizzeffe: decisionista, affamato, miracoloso, veloce, spiazzante, capace, irriverente, ha fame di successo, non parla, ma azzanna e sorride, non bleffa, ma ha il gusto dell’azzardo, ha fame di successo, ma soprattutto ha coraggio. E […]

  

Il blog di Fabrizio Boschi © 2019