Una magistratura allegra

Milano, Renzi alllll

Renzi chiama, la magistratura risponde. Che Henry John Woodcock conducesse inchieste, per così dire, con modalità «allegre»,  lo diciamo dal 2001, visto che in questi 16 anni il pubblico ministero ha indagato tutto l’indagabile: parlamentari, presidenti di Senato, segretari di partito, ministri, primi ministri, sindaci, ambasciatori, reali, imprenditori e soubrette. Tutte inchieste molto fumo e poco arrosto, per lo più scoppiate in aria come bolle di sapone. Ma adesso che il leggendario sostituto procuratore di Napoli ha osato toccare il Pd e l’intoccabile segretario, Matteo Renzi, allora la magistratura si sveglia e apre un fascicolo contro il suo pm. Curioso. […]

  

La schifezza delle intercettazioni e l’arroganza di D’Alema

Inchiesta Ischia: Orfini, su ascolti D'Alema ha stra-ragione

Massimo D’Alema perde le staffe e così anche la faccia. La cooperativa rossa Cpl Concordia, accusata di corruzione nell’inchiesta “Ischia”, ha comprato 2mila bottiglie del vino prodotto dall’azienda agricola della moglie e dei figli del lìder Maximo, oltre ad alcune centinaia di copie del suo ultimo libro. Ma lui ovviamente dice che è un rapporto del tutto normale e trasparente. Di sicuro è così. Ma se un giornalista osa solo chiederne conto lui che fa? Lo querela. Che l’ex presidente del Consiglio sia un tipetto per niente accomodante lo si era notato in più di una occasione. Del resto quell’aria saccente e […]

  

Il blog di Fabrizio Boschi © 2019