Una vita antidepressiva? Tutta a base di blues

Milano, 27 novembre 2013. Bentornato sole. Raggiungere il mio studio milanese è sempre un’impresa. Casa mia. Statale. Casello. Autostrada. Casello. Tangenziale. Via Palmanova. Piazza Udine. Viale Porpora. Ma non rinuncerei mai all’appuntamento settimanale con una delle città italiane che adoro. Milano la sento mia. Una familiarità che ha radici lontane nel mio passato. Immagini. La prima volta che ho bruciato a scuola rimanendo sull’autobus delle Autoguidovie Italiane fino all’ultima fermata: Piazza Grandi. L’interminabile viaggio Bassa Bresciana-Cinisello Balsamo (due treni più un autobus) sperando di rivedere quella ragazza conosciuta al mare. La tangenziale intasata alla sei del mattino, sopra il pulmino puzzolente che ci […]

  

Domani muore Internet

Brescia, 13 novembre 2013. Piove ancora, e ovviamente anche oggi la mia connessione va a singhiozzi. Un anno fa abbiamo optato per un operatore locale, che trasmette via radio ad una parabola posta sopra il tetto di casa. Il prezzo dell’abbonamento è davvero competitivo, e la trasmissione è comunque buona. Se non piove. Quando devo mandare una mail importante, da casa mia, nove su dieci diluvia. La parte odiosa di tutto questo non è l’assenza della connessione, bensì il vai-e-vieni del segnale: prima ti illudi che stia andando, un attimo dopo è tutto bloccato. Poi sembra ripartire, ma ci mette una […]

  

Ammalarsi con Google

Brescia, 4 novembre 2013. La mia settimana inizia subito con una spia rossa. Il punto esclamativo sul cruscotto indica che le pastiglie dei freni sono esaurite: è necessario sostituirle immediatamente, proclama il computer di bordo ogni volta che salgo in macchina. Ormai ho imparato a conoscerlo, il mio computer. Sempre draconiano e perentorio, ma alla fine esagerato. Ogni volta è un piacere abbindolarlo fregandomene della sua ansia. L’olio è finito? Settimana prossima. Il tagliando è da fare urgentemente? Settimana prossima. Per ora mi è sempre andata bene, ma il punto esclamativo rosso (lo stesso del freno a mano per intenderci) […]

  

il blog di Daniel Bulla © 2018