L’apparenza inganna.

Quando ho fretta, immancabilmente, succede sempre qualche imprevisto, che mi fa perdere altro tempo. Aeroporto di Lamezia Terme. Sabato. Ore 22.00. Tanto per cambiare, il mio volo Ryanair è in ritardo, di circa 40 minuti. Siamo tutti in piedi, in fila davanti al Gate, da oltre mezz’ora. Mi maledico per non aver acquistato il posto. Ora devo avere pazienza, non posso rischiare di non trovare spazio nella cappelliera dell’aereo, pena l’imbarco del mio bagaglio. Il che significa altro tempo perso a Orio. Probabilmente non sono l’unico ad avere questo timore. Infatti i passeggeri iniziano ad agitarsi. La tensione esplode quando, […]

  

Ricominciare

Quanto è difficile ricominciare? Una domanda dalle mille risposte, riassunte probabilmente in un’unica plausibile: dipende. Dipende da cosa ricominci: un libro, un film lasciato a metà, un lavoro messo da parte, una relazione che pensavi terminata. Ricominciare porta con sé un accento agrodolce, fatto di stimoli positivi ma anche faticosamente negativi. Iniziare nuovamente un qualcosa comporta un dispendio psicologico direttamente proporzionale alla durata della pausa: più passa il tempo più è fastidioso riprendere da dove avevamo lasciato. Esiste una sorta di finestra temporale di sicurezza, entro la quale la probabilità di ricominciare la tal cosa abbandonata è ancora elevata. Poi […]

  

Esiste l’Amicizia?

Che domande, ovviamente no. E questa è una risposta che mi sento spesso dare dai miei pazienti quando chiedo loro circa l’esistenza dell’Amicizia. E ultimamente sono d’accordo con loro. Il mio lavoro ha un aspetto meraviglioso: ogni giorno mi confronto con tante persone, tutte diverse, sui grandi temi filosofici. Certo, ognuno di loro porta la propria sofferenza, un insieme di sintomi più o meno gravi, ma alla fine arriviamo sempre lì, dentro i grandi interrogativi attorno ai quali ruota il pensiero filosofico degli ultimi tremila anni. E i grandi interrogativi si riconoscono dalla lettera maiuscola che li precede. Esiste l’Amore? […]

  

il blog di Daniel Bulla © 2019