Correre: roba da psicopatici.

p1564604737-4

Milano, Università IULM. Scale mobili. Ho appena terminato la prima delle lezioni di un seminario che ogni anno tengo sulla comunicazione. Scendo dal terzo piano, su queste scale mobili intasate di studenti. Alla mia sinistra il grande finestrone d’ingresso. Mi fa sempre un po’ impressione questo androne, e mi chiedo se fa lo stesso effetto anche agli altri. Sono le 16.30 di un grigio lunedì milanese, e la nebbia inizia già a calare. Chissà che traffico, penso immaginando le code che da queste parti si formano con un tempo del genere. La mia giornata non è ancora finita: dovrò arrivare […]

  

Anche il pene diventa smart. Evviva.

lovely

Per chi non lo sapesse, smart è un termine inglese dagli svariati significati. Ma tutti noi lo associamo a qualcosa di elettronico, di complesso: in una parola, di intelligente. Come la nostra TV, il frigo, l’orologio, il telefono. E non vuoi che la scienza trovi il modo di proporti anche il pene smart? No, tranquilli, non ho digitato male: non volevo dire pino smart, e nemmeno pane, pero, pila, palo, pala. Volevo proprio dire pene. Eh si, arriva proprio lui, il pene smart. Ma cosa significa in questo caso smart? Piccolo, come la macchina? Veloce come il processore del telefonino? No cari […]

  

Il sangue della Sardegna

Alghero, aprile 2014. Sono passato per la prima volta su questo splendido lungomare un giovedì sera d’ottobre, dieci anni fa, a bordo di un taxi, direzione Hotel Catalunya, dove poi avrei conosciuto, l’indomani mattina, la mia futura moglie. Mai avrei pensato che un giorno mi sarei allenato sotto il sole, su questa passeggiata di quasi tre chilometri, che poi allunga fino a Fertilia e, volendo, a Capocaccia. D’estate, in certi orari, è quasi impossibile riuscire a correre visto il gran numero di turisti che affollano la ciclabile anche a piedi. Moltissimi i corridori, soprattutto quelli che io chiamo gli improbabili. […]

  

il blog di Daniel Bulla © 2019