Il sangue della Sardegna

Alghero, aprile 2014. Sono passato per la prima volta su questo splendido lungomare un giovedì sera d’ottobre, dieci anni fa, a bordo di un taxi, direzione Hotel Catalunya, dove poi avrei conosciuto, l’indomani mattina, la mia futura moglie. Mai avrei pensato che un giorno mi sarei allenato sotto il sole, su questa passeggiata di quasi tre chilometri, che poi allunga fino a Fertilia e, volendo, a Capocaccia. D’estate, in certi orari, è quasi impossibile riuscire a correre visto il gran numero di turisti che affollano la ciclabile anche a piedi. Moltissimi i corridori, soprattutto quelli che io chiamo gli improbabili. […]

  

Non aprite quel panino

Milano, mercoledì 26 marzo. Il bello del mio lavoro è che spesso senti storie che ti lasciano a bocca aperta. A volte per la loro drammaticità. A volte per la loro comicità. L’aspetto divertente è che spesso queste storie non te le raccontano i pazienti, ma le vivi in tempo reale, in mezzo alle persone normali, quelle che magari (dicono) dallo Psicologo non ci andranno mai per nessuno motivo. Sono quasi sempre storie di ansia, che mi capita di catturare qua e là, in un bar (dove mi trovo in questo momento), sulla metro, in strada. Di ansia perchè riguardano […]

  

Paura sulla funivia

Col Margherita, 2513 m sul livello del mare. Sabato 25 gennaio. Io e mia moglie non potevamo scegliere giornata migliore, l’unica veramente soleggiata di tutto gennaio 2014. E’ la prima volta che sciamo quest’anno. Come spesso succede per mancanza di tempo, ce la giochiamo in giornata: siamo arrivati tardi, verso le 11, e non toglieremo gli sci prima delle quattro. Full immersion quindi. Ovviamente dopo due ore le gambe (e la fame) iniziano a farsi sentire. Abbiamo già fatto tutto il Passo San Pellegrino, Cima Uomo compresa. Una volta saliti sul Col Margherita con la funivia non ci resta che arrivare […]

  

Pronti, partenza…Ansia!

Cremona, 20 ottobre 2013. Non avevo mai visto il Duomo all’alba: ogni volta che mi trovo sotto il Torrazzo rimango sempre un po’ stupito dai colori e dall’atmosfera che si respira in una delle più belle piazze d’Italia. Alle 7 di una fresca domenica mattina d’ottobre questo posto ti toglie davvero il respiro. Il Bianco mi sta offrendo un caffè, ma nella mia paranoia inizio a pensare agli eventuali effetti intestinali: e se mi succede proprio mentre…? Il Bianco, come lo chiamo affettuosamente per via dei suoi capelli non proprio corvini, è un caro amico medico, con cui condivido lo studio e alcune passioni. […]

  

il blog di Daniel Bulla © 2019