PRESENTAZIONE BIKEMI BICICLETTE ELETTRICHE A PALAZZO MARINO Sono bianche e rosse e super-ecologiche (anche la batteria si ricarica con i pannelli solari). Dopo un’infinità di annunci, le bici elettriche in condivisione sono arrivate davvero. O meglio, saranno su strada entro poche settimane, certamente in tempo per Expo, ma almeno ne abbiamo vista e toccata una ieri a Palazzo Marino, per la presentazione ufficiale con il sindaco Giuliano Pisapia e l’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran. Ci siamo davvero insomma. E’ la “fase 2″ del BimeMi, il bike sharing che i milanesi conoscono e apprezzano dal 2008 (nel 2014 sono stati superati i due milioni e mezzo di prelievi). L’e-bike è una via di mezzo tra lo scooter e la bici tradizionale, si muove a pedalata assistita e dunque è più adatta a chi non vuole fare troppa fatica o deve percorrere destinazioni più lunghe. Le bici elettriche peraltro debuttano insieme a 44 nuove stazioni e verranno collocate in questa fase lungo il tragitto tra il centro e il sito dell’Esposizione, vuol essere  un mezzo alternativo per raggiungere i padiglioni di Rho che non è proprio a due passi.  I costi? A differenza del bike sharing tradizionale che ha abbonamenti giornalieri, settimanali, mensili e annuali e con cui ci si può muovere gratis per la prima mezz’ora in città, i nuovi modelli avranno una tariffa a consumo: 25 centesimi per mezz’ora, 75 per un’ora, un euro e 75 per un’ora e mezza, 3,75 per due ore e 4 euro per ogni ora o frazione successiva. C’è una frenata invece per l’attesissimo scooter sharing: il Comune aveva annunciato le prime moto in condivisione su strada per il primo giorno di primavera ma al momento il bando è ancora deserto, molti operatori che avevano mostrato entusiasmo mesi fa si sono tirati indietro, altri si sono presi del tempo in più per presentare l’offerta. Si vedrà.

Tag: , , ,