Una svolta storica per il Medio Oriente

Nel momento in cui il governo italiano, su istanza della sinistra e senza tenere conto degli sviluppi della situazione in Medio Oriente, dà luce verde al riconoscimento di uno Stato palestinese finora inesistente, da New York è arrivata una notizia, pressoché ignorata dai notri media , che secondo me ha un impatto storico sulla crisi che ci affligge da 70 anni. Un tribunale di Manhattan ha stabilito che  l’Autorità palestinese e l’OLP , cioè le organizzazioni “moderate” che Roma vorrebbe ora riconoscere come Stato, e che allora erano guidate dal Premio Nobel per la Pace (!) Yasser Arafat, hanno scientemente appoggiato sei attacchi […]

  

36 anni, e non è cambiato nulla

Nel giorno della approvazione del cosiddetto Jobs act, che Renzi ha celebrato come una svolta storica e  i sindacati hanno – secondo un copione ormai consolidato – bollato come una svolta reazionaria, mi è capitato per caso sott’occhio il primo editoriale che scrissi dopo avere assunto, nel gennaio del 1979, la direzione de “La Notte”. E’ stata una esperienza abbastanza sconvolgente, nel senso che mi sono reso conto che, in 36 anni, i problemi dell’Italia sono rimasti  gli stessi, e che per quante “riforme storiche” il nostro governo faccia, la strada del risanamento rimane lunghissima. L’articolo, che coincideva con la […]

  

Una “Legione straniera” contro l’ISIS

Chi si opporrà, sul terreno, all’irresistibile avanzata dell’ISIS, che ha appena preso possesso della provincia libica di Sirte, è sul punto di diventare egemone nello Yemen, è praticamente padrona del Sinai e sta acquisendo l’adesione di numerosi altri gruppi estremisti in Asia ed in Africa? Gli Stati Uniti, che per ora hanno limitato il loro intervento all’Iraq, tra mille resitenze interne? No di certo. L’Unione Europea, che avrà anche in Federica Mogherini un Alto rappresentante per la politica estera e di difesa, ma non dispone di un proprio esercito e i cui membri, con la eccezione della Francia (e, occasionalmente, […]

  

Dolore, ma di chi è la colpa?

Mi associo con tutto il cuore al dolore per la morte di altri trecento e più  migranti nel canale di Sicilia, ma da vecchio uomo di mare non posso esimermi dal fare una osservazione che – per quanto ho visto – nessuno ha ancora fatto. Quei disperati che si sono imbarcati su tre gommoni (dico gommoni, neppure barche) quando il meteo prevedeva mare forza otto e onde alte come una casa a tre piani, non si rendevano conto che la traversata sarebbe finita in tragedia? Avevano aspettato, probabilmente, settimane, mesi, forse anni, per tentare di arrivare in Europa, non potevano attendere che le condizioni […]

  

La truffa più odiosa

Tra le innumerevoli truffe compiute dagli italiani ai danni dello Stato, quella scoperta domenica mattina dalla Guardia di Finanza mi è sembrata particolarmente odiosa. 36 piloti ex Alitalia, che all’atto dello scioglimento della vecchia compagnia avevano strappato SETTE ANNI DI CASSA INTEGRAZIONE, che a seconda della anzianità andava dai 3.000 agli 11.ooo Euro mensili, lavoravano lautamente retribuiti per compagnie straniere senza denunciare di avere un’altra attività. 36 sono stati scioperti, sembra un po’ casualmente, ma potrebbero essere molti di più; e se lo hanno fatto i piloti, cioè i più ricchi, chissà che cosa hanno combinato gli altri, hostess, personale di […]

  

Dove vuole arrivare l’ISIS?

Quando i boia dell’ISIS hanno decapitato due giapponesi, cittadini di un Paese lontano che non aveva preso alcuna iniziativa contro di loro, ho cominciato a chiedermi che senso avesse per loro farsi un ennesimo nemico senza ricavarne alcun apparente vantaggio. Quando hanno bruciato vivo il pilota giordano, cioè un musulmano sunnita come loro la cui unica colpa era di avere obbedito a degli ordini e doveva essere considerato un prigioniero di guerra, mi sono chiesto se si rendevano conto che, con quell’azione barbarica avrebbero scatenato contro di loro anche buona parte di quel mondo arabo che, fino a quel momento, aveva mantenuto nei […]

  

il blog di Livio Caputo © 2018