Eliseo è un pilota che detiene uno sgradevole primato: viene ricordato per essere finito al tappeto, quasi al tappeto, durante un Gran premio. Ma non nel senso metaforico, cioè di battuto o di pugile ko. Nel senso vero. Menato da quello zingaro fintamente simpatico di Nelson Piquet – ammettiamolo, a renderlo divertente erano più le interviste del mitico Ezio Zermiani che il suo carattere  -. Finta simpatia che viene oggi fuori ogni volta che qualche giornalista italiano lo intervista a San Paolo prima del via del Gp e finta simpatia che emerse quel giorno del 1982, era estate, l’8 agosto, quando Piquet disse addio al Gp perché Eliseo Salazar, cileno pilota della Ats (24 Gp in carriera e un 5° e un 6° posto come miglior risultato) non lo vide, pasticciò e i due si toccarono e… finì a botte… Oddio, c’erano i motivi per diventare una furia, però così furia… Così furia sarebbe un gran vedere nella F1 di plastica dei pilotini ordinatini e tutti bravini dei giorni nostri.

incorporato da Embedded Video

tratto da SenorSenor28

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,