Montecarlo ’61 fu la penultima vittoria e la penultima gara di F1 dell’eterno e coraggioso secondo. Nel senso che Stirling Moss, londinese classe 1929, caratterizzò un’epoca dell’automobilismo ma non vinse mai il mondiale.

L’anno seguente rimase gravemente ferito a Goodwood. Semi paralisi e un mese di coma. Riprovò a scendere in pista ma capì che era meglio appendere il casco al chiodo.

L’ho intervistato un paio di volte. La prima, a Melbourne, tanti anni fa, ha di fatto condizionato il mio modo di vedere i piloti moderni. Dopo i suoi racconti, mi sono sempre sembrati ragazzi alle prese con la play station…

incorporato da Embedded Video

tratto da onef108

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,