Il Gran premio di Silverstone l’hanno vinto tutti i piloti.

Cioè sono vivi e integri.

Il Gran premio di Silverstone l’ha perso la Pirelli perché il danno d’immagine non è grande ma grandissimo.

Quattro gomme posteriori sinistre che si squagliano via sono immagine pessima.

Terribile.

E fanno paura.

Chiedere per credere ai diretti interessati: Hamilton, Massa, Vergne e Perez (dubbi sul caso Gutierrez)

Però l’ha perso soprattutto la F1 tutta e i team stessi perchè comunque la proposta di cambiare e come cambiare e rendere migliori e sicure queste gomme, la Pirelli l’aveva fatta. Ma i team non si sono messi d’accordo sul ritorno alla struttura dello scorso anno ed ecco il disastro.

Però  la casa italiana avrebbe dovuto impuntarsi e dire o così o pomì. Dire e ammettere che il problema di sicurezza c’era eccome, non era solo una questoine di delaminazione (qui aveva portato gomme con una nuova procedura di incollaggio).

Invece non l’ha fatto e adesso ne paga le conseguenze.

La Fia – nella persona di Jean Todt, per cui direi uno che conta parecchio, mi risulta che se il gommista avesse detto “no, così non sono sicure, bisogna cambiare e fare test…” sarebbe intervenuta.

E infatti nel pomeriggio l’annuncio di Todt: “mercoledì technical working group, convocata la Pirelli”. per cui con i  team si discuterà che fare. “ora è una questione di sicurezza dei piloti”.

Fatto sta,

in questa schifezza a trecento all’ora che è stato il gp d’Inghilterra possiamo solo turarci il naso e gioire pensando che stavolta alla Ferrari, viste le premesse, è andata meravigliosamente.

Dopo lo scoppio di gomma di Hamilton mentre era primo e la leadership finita in mano a Vettel, poi ko per un guaio tecnico, la vittoria finale di Rosberg parla chiaro di quanto sia migliorata la Mercedes dopo il test segreto, ma Alonso con gomme nuove che si beve Raikkonen all’ultimo e azzanna il podio vale una vittoria quanto a iniezione di morale e punti guadagnati su Sebastian. Lo spagnolo adesso è 2° nel mondiale a 21 punti.

Commovente e grintoso il pensionando Webber secondo.

Adieu!

 

ps: ore 17 locali, Rosberg finisce sotto inchiesta per aver ignorato delle bandiere gialle. cosa accadrà?
Ore 19: niente . Solo una reprimenda. That’s F1

 

ps2: stavolta rinviato il pagellone. Ma dalla prosisma settimana…

 

così al traguardo

1.  Rosberg        Mercedes                   1h32:59.456
 2.  Webber         Red Bull-Renault           +     0.765
 3.  Alonso         Ferrari                    +     7.124
 4.  Raikkonen      Lotus-Renault              +     7.756
 5.  Hamilton       Mercedes                   +    11.257
 6.  Massa          Ferrari                    +    14.573
 7.  Sutil          Force India-Mercedes       +    16.335
 8.  Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari         +    16.500
 9.  Di Resta       Force India-Mercedes       +    17.993
10.  Hulkenberg     Sauber-Ferrari             +    19.700
11.  Maldonado      Williams-Renault           +    21.100
12.  Bottas         Williams-Renault           +    25.000
13.  Button         McLaren-Mercedes           +    25.900
14.  Gutierrez      Sauber-Ferrari             +    26.200
15.  Pic            Caterham-Renault           +    31.600
16.  Bianchi        Marussia-Cosworth          +    36.000
17.  Chilton        Marussia-Cosworth          +  1:07.600
18.  van der Garde  Caterham-Renault           +  1:07.700
19.  Grosjean       Lotus-Renault              +     1 lap

Mondiale Piloti e costruttori
 1.  Vettel        132        1.  Red Bull-Renault          219
 2.  Alonso        111        2.  Mercedes                  169
 3.  Raikkonen     100        3.  Ferrari                   168
 4.  Hamilton       87        4.  Lotus-Renault             126
 5.  Webber         87        5.  Force India-Mercedes       59
 6.  Rosberg        82        6.  McLaren-Mercedes           37
 7.  Massa          57        7.  Toro Rosso-Ferrari         24
 8.  Di Resta       36        8.  Sauber-Ferrari              6
 9.  Grosjean       26
10.  Button         25
11.  Sutil          23
12.  Vergne         13
13.  Perez          12
14.  Ricciardo      11
15.  Hulkenberg      6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

rosberg

Webber

Alonso

Hamilton

Raikkonen

Massa