In F1 non si danno pace. Stavolta il motomondo li ha superati. Il Circus che ha sempre avuto la primogenitura di parecchie sciocchezze, da un po’ di settimane accusa il colpo dei cugini a due ruote.

Che sono in formissima.

Si pensi alla bischerata della Bridgestone la settimana scorsa che in Australia ha scoperto che le gomme portate non sarebbero durate, per cui molto meglio disputare il Gp con pit stop proprio stile formula; e si pensi all’errore del team Honda che sbaglia i calcoli e fa rientrare Marquez in ritardo di un giro; e si pensi alla direzione gara che si ritrova sulla tavola un’occasione succolenta per riaprire il mondiale ormai chiuso et voilà, squalifica per questo il povero Marquez. Si pensi poi agli elicotteri e alla nebbia che quasi quasi facevano saltare il Gp in Giappone (oggi annullate le libere e qualifiche bagnate per fortuna svolte in un lungo turno di 75 minuti).

L’altro giorno ecco però la chicca su questa torta già gustosa: l’ha scovata gpone.com, sito sempre molto puntuale e aggiornato sul motomondo, praticamente un’autorità. Alla vigilia del Gp nipponico al team Honda è scappato un tweet celebrativo del mondiale vinto da Marquez. “Marc il campione del mondo più giovane della storia….”. E sul web (ma forse questo è uno scherzo), subito ritirata, è circolata anche un’immagine celebrativa Repsol.

In un mondo esponenzialmente scaramantico come quello dei motori, diciamo che c’è Lorenzo che sorride un mondo e c’è  Marquez che…

Ecco, avete capito…

COSI’ AL VIA

 1.  Jorge Lorenzo       Yamaha                1m53.471s
 2.  Marc Marquez        Honda                 1m54.129s  +0.658s
 3.  Nicky Hayden        Ducati                1m54.539s  +1.068s
 4.  Dani Pedrosa        Honda                 1m54.542s  +1.071s
 5.  Valentino Rossi     Yamaha                1m54.732s  +1.261s
 6.  Andrea Dovizioso    Ducati                1m55.036s  +1.565s
 7.  Alvaro Bautista     Gresini Honda         1m55.135s  +1.664s
 8.  Stefan Bradl        LCR Honda             1m55.610s  +2.139s
 9.  Aleix Espargaro     Aspar Aprilia         1m55.719s  +2.248s
10.  Yonny Hernandez     Pramac Ducati         1m55.998s  +2.527s
11.  Cal Crutchlow       Tech 3 Yamaha         1m56.058s  +2.587s
12.  Katsuyuki Nakasuga  Yamaha                1m56.125s  +2.654s
13.  Bradley Smith       Tech 3 Yamaha         1m57.114s  +3.643s
14.  Colin Edwards       Forward FTR-Kawasaki  1m57.297s  +3.826s
15.  Andrea Iannone      Pramac Ducati         1m57.347s  +3.876s
16.  Danilo Petrucci     Ioda-Suter-BMW        1m57.540s  +4.069s
17.  Randy de Puniet     Aspar Aprilia         1m57.715s  +4.244s
18.  Hiroshi Aoyama      Avintia FTR-Kawasaki  1m57.994s  +4.523s
19.  Michael Laverty     PBM Aprilia           1m58.540s  +5.069s
20.  Luca Scassa         Cardion Aprilia       1m58.802s  +5.331s
21.  Claudio Corti       Forward FTR-Kawasaki  1m59.617s  +6.146s
22.  Hector Barbera      Avintia FTR-Kawasaki  1m59.646s  +6.175s
23.  Damian Cudlin       PBM-Aprilia           2m00.982s  +7.511s
24.  Bryan Staring       Gresini FTR-Honda     2m02.712s  +9.241s
25.  Lukas Pesek         Ioda-Suter-BMW        2m02.932s  +9.461s
Tag: , , , , , , , , , , ,