10 VETTEL Primo Fa simpatia. Vin­ce il 4° titolo mentre il team gli dice «non ti azzardare neanche di provar­ci a cercare il giro veloce…». Perché Seb è un discolo. Poi quella festa fu­mante sotto le tribune che in F1 è proibita e gli costerà ridicolo mini­processo e ridicola reprimenda. Un’adorabile carnevalata che forse lo renderà finalmente personaggio. Quanto alla gara,parte male,si arra­batta, cambia gomme dopo due giri e vien tristezza, per il resto zero sus­sulti. Tutto sotto controllo.
7 ROSBERG Secondo Pasticcia so­lo al primo giro quando insieme con Hamilton si fa pirlare da Massa. Per il resto corsa intelligente e con il se­condo posto fa un regalo grande al­la Mercedes nel mondiale Costrutto­ri. La Ferrari sentitamente ringrazia.
10 GROSJEAN Terzo Il box gli of­fre un suicidio assistito al sabato, sbagliando vistosamente strate­gia. Gli tocca partire 17° , sulle soft, le cambia al giro 13 e da lì gestisce co­me una ballerina le scarpette di gomma. Umilia Raikkonen che di so­lito gelido si sgela e prova a sbatter­lo fuori.
7 MASSA Quarto La partenza, Webber che sbaglia di suo, il super sorpasso su Rosberg ed Hamilton. Poi la paziente gara da scudiero cro­nico per una vol­ta prima guida per in­disposizione del caposquadra. Pas­sa Raikkonen sul finire e azzanna il quarto posto.Sembra quasi un mes­saggio: visto, Kimi lo batto anche io… Quindi ha ragione Alonso.
6 RAIKKONEN Settimo Al via, con Webber, ha contribuito a rovinare la gara di Alonso. Poi bravo. Poi è rima­sto sulle tele gestendo finché ha po­tuto un solo pit. Non gli riesce il mira­colo di compagno Grosjean che pe­rò aveva cambiato gomme 6 giri do­po. Da secondo si ritrovato settimo. Gli è però riuscito di comunicare a suon di «…zo di qui e …zo di là» con il suo box che gli aveva detto di pian­tarladi ostacolareGrosjeanpiù velo­ce di lui. «Kimi, togliti da quella cavo­lo di strada», e lui «Piantatela con quelle cavolo di urla nella radio». Speriamo che alla Ferrari non arrivi così. C’è già Alonso…
5 ALONSO Undicesimo Ha gioca­to a­poker di sabato ma la prima ma­no della domenica l’ha steso. Sfortu­nato. Però era da mettere in conto partendo volutamente in mezzo a un traffico da esodo quando invece avrebbe potuto scegliere la parten­za intelligente stile Onda Verde. Al­meno dalla seconda fila. Fatto sta, la Rossa è di cristallo, la Red Bull di gomma. Tampona incolpevole Web­ber che pasticcia con Raikkonen, Mark niente, lui ala da cambiare e lo sterzo che diventa un macigno per tutta la gara. Per il resto corsa nel traffico a lottare con i Gutierrez e i Ric­ciardo. Brutta roba.
5 WEBBER Ritirato Al giro 40 l’al­ternatore lo manda ko. Sempre a lui. Alla fine gli vien quasi da ridere…

Tag: , , , , , , , , ,