ATTENZIONE ATTENZIONE!!!

La Ferrari è tornata a battere i pugni.

Dopo qualche anno di ricca pazienza.

Ricca perché a livello economico – intendo contratti, spartizione della grande e ricca torta della F1,  intendo peso commerciale – è dal 2005,  ancor più dal 2010 che la Rossa non ha più bisogno di battere pugni perché tanto ha ottenuto.

Solo che, forse per quieto vivere,  il ricon0sciuto peso economico ha avuto come contraltare il progressivo vacillare del peso politico-sportivo.

Vedi test segreti Mercedes del 2013, vedi gli scarichi soffiati e le furberie Red Bull passata spesso sotto silenzio, vedi le bandiere gialle a Vettel del 2012, vedi un discretivo quantitativo di sberlotti presi.

Fatto sta,

ATTENZIONE ATTENZIONE!!!

Oggi il presidente Luca di Montezemolo è a Londra per discutere con Ecclestone di tutto ciò che non gli va nella nuova F1.

FLUSSOMETRO (giustissimo)

ACCORCIARE I GP per aggirare il vincolo consumo e dare più show (sbagliato)

AUMENTARE IL RUMORE  (problema da bar, speriamo non lo affronti)

e varie altre cose che non è dato sapere.

Discorsi e concetti che saranno poi ripresi nel week end in Bahrein. Dove ci sarà lui e ci sarà anche il presidente della Fia Todt e tutti i team da convincere per poi dare il via all’iter per cambiamenti regolamentari in corsa (magari già per la Cina, certamente la Spagna).

PROBLEMA:

Serve l’unanimità, difficile che la Mercedes (e i team da lei motorizzati) dopo tutti i vantaggi e le spintarelle ricevute lo scorso anno, decida di rinunciare in parte all’attuale posizione di forza, accorciando i Gp.

Detto ciò,

BENE che la Ferrari e il suo presidente mostrino di nuovo i muscoli,

MALE  se dovessero essere muscoli volti a compensare solo una posizione tecnica che al momento appare d’inferiorità.

Vedremo.

 

 

 

 

Tag: , , , , ,