Ecco le mie pagelle uscite stamane su il Giornale.
Che ne pensate?

10 HAMILTON Primo – Parte su zona sporca, tiene l’interno e alla prima staccata beffa il compagno. Poi è duello puro,è un meraviglioso elastico, è una battaglia che si rinfocola prima del pit number one perché chi è primo entrerà primo e ipotecherà la vittoria e dunque se le danno di santa ragione e vince Lewis. Poi gomme soft lui e medie l’altro,poi non c’è storia, poi la safety car al giro 41 e la successiva ripartenza ricompattano tutti e i 10’’ di vantaggio spariscono e Nico ci riprova stavolta con le soft e allora sono Senna e Prost che combattono e s’incrociano e passano e ripassano e vince Lewis dopo coraggiosa difesa su gomme medie.Soprattutto vince la F1 e vince la Mercedes che li ha lasciati liberi. E belli.

9 ROSBERG Secondo – Vale tutto quanto detto per Lewi e il voto in meno lo conquista al via quando si fa passare dall’altro che scatta da lato sporco e dietro lui. Però che gara ha fatto.

10 PEREZ Terzo – Un altro degli scarti Ferrari (prima) e (poi) licenziato dalla McLaren a fine 2013 si beve il compagno Hulkenberg e Massa ed è terzo, giro 28 e poi cosa non fa poi… Un grande.

9 RICCIARDO Quarto – Che battaglia al via,e che rischi,e quel duello sudato con Magnussen… Quindi meraviglioso più volte sull’immenso e ingombrante compagno Vettel: «Che faccio?» domanda prima al team,dopodiché lo passa.Una gran corsa nobilitata in seguito alla ripartenza da safety car (per la speronata di killer Maldona-
do ai danni di Gutierrez) quando passa Seb, ne blocca la reazione e giusto per gradire infila anche Hulkenberg .

7 HULKENBERG Quinto – Ne supera tre al via, il quarto sarà poi Alonso al giro 4. L’uomo verde forse ringrazia la Rossa che non l’ha voluto.

7 VETTEL Sesto – Insolitamente elegante nel lasciar passare Ricciardo al giro 15 quando s’attarda per problemi al kers. Prevedibilmente lui, cioè aggressivo, sul finire, quando avrebbe venduto la madre pur di chiudere davanti al compagno irriverente. Niente da fare.Via radio urlerà:«Non ho potenza, non ho potenza».Sarà vero? È vero.

7 MASSA Settimo – L’incubo degli ordini di scuderia gli ha messo… il bitur-bo, facendogli fare un sorpassone da 4 birilli in una volta. Per il resto gran gara,vince il duello sul compagno Bottas e paga l’entrata della safety car.

6.5 ALONSO Nono – Quasi si tocca con Raikkonen e dal giro cinque, subìto il sorpasso da Hulk, via radio non dice né geni né scemi. Dice solo la verità: «Non abbiamo abbastanza potenza». Fa quel che può per salvare la baracca.

6 RAIKKONEN Decimo – Non hanno rispetto di lui.Né i giovani,visto che Magnussen lo tocca di nuovo al via, né compagno Alonso che in staccata subito dopo la partenza lo infila quasi urtandolo e trattandolo come un Massa qualsiasi. Commovente nel tentare di
resistere a Ricciardo.

Tag: , , , , ,