CHE SCOSSA RAGAZZI!
 L’ambiante della Formula 1 e della Ferrari è stato scosso dall’avvicendamento Domenicali-Mattiacci. Sapevo dei malumori, ma non pensavo che si arrivasse a tutto questo già oggi, con una stagione ancora tutta da scrivere. Stefano è sempre stato un amico e una persona che stimo particolarmente che con i suoi 23 anni a Maranello ha contribuito attivamente a far crescere il team.

Ora la palla passa nelle mani di Marco Mattiacci che dovrà risolvere non pochi grattacapi, viste le numerose criticità e l’imminente week end cinese. Dovrà anche fare un reset sul fronte uomini, in quanto non dimentichiamoci che Domenicali non era un tecnico. Essendo però a digiuno dalla F.1 potrebbe essere un compito leggermente più semplice.

Dopo la bella gara in Bahrein il circus vola a Shanghai, su una pista lunga di 5,451km con un bel rettilineo da oltre 1 km e una parte mista che esalterà il telaio Red Bull. L’impianto frenante non è messo alla frusta anche se bisognerà fare attenzione alle strategie. L’anno scorso Fernando Alonso vince con 3 soste.

Per i primi due gradini del podio non mi aspetto grandi sorprese. Salvo imprevisti la scelta è tra Hamilton e Rosberg che proprio in Cina regalò il primo successo alla Mercedes. Si apre un bel toto-scommesse sul terzo. Williams, Force India … o Red Bull? La vettura di Vettel e Ricciardo resta la macchina con il miglior telaio, anche se paga quei 40cv che Horner continua a chiedere a gran voce alla Renault. Potrebbe quindi pagare dazio durante il lunghissimo rettilinea, in favore della Power-Unit tedesca.

La GRANDE BELLEZZA però è anche vedere un team con risorse limitate, come la Force India, poter lottare per posizioni importanti e occupare il secondo posto nel Mondiale Costruttori.

In casa Ferrari vediamo come reagirà il team a questo  cambio della guardia con la speranza di vederla presto lottare almeno per il secondo posto.

Tag: , , , ,