- di Gian Carlo Minardi –
“Ci sono un inglese, un tedesco e uno spagnolo”… potrebbe sembrare l’inizio di una barzelletta, ma è il podio del Gran Premi di Cina di Formula 1.

Se i primi due posti sono ormai prenotati a nome MERCEDES ed HAMILTON-ROSBERG, lo stesso non si può dire per il terzo posto. Proprio gli avvicendamenti alle loro spalle rendono questa F1 sempre più bella. In questo momento la lotta è aperta per la piazza d’onore tra i Costruttori e per il terzo posto tra i Piloti.

Dopo le difficoltà del Bahrein Fernando Alonso ha consegnato alla Ferrari e ai suoi tifosi il primo podio stagione, rendendosi protagonista di una gara fantastica. Maranello potrà avere tanti grattacapi, ma non certamente sul fronte del pilota visto che dispone del N.1 assoluto. Dal 44mo passaggio ha inanellato dodici giri con un gap di appena 4 dec, tenendo un ritmo da qualifica. Solo lui può fare veramente la differenza conquistando un risultato che difficilmente sarebbe arrivato. Il merito per il podio va diviso decisamente tra Alonso e Stefano Domenicali. La F14-T è migliorata decisamente nel consumo e si cominciano a vedere i risultati dell’intenso lavoro al fianco di Shell. Come già annunciato all’inizio del mondiale, quella dei carburanti sarà una costante del campionato.

Shanghai ha iniziato a disegnare con tratti decisi le prime gerarchie al’interno dei team. Hamilton ha messo a segno la terza vittoria di fila in quattro gare, anche se al momento Rosberg continua a guidare la classifica, mentre il segnale più importante è arrivato dalla Red Bull. Se per quanto riguarda la Ferrari non ho mai pensato che Fernando potesse soffrire Raikkonen – con tutto il rispetto per iceman – tra le fila dei Campioni del Mondo troviamo un Vettel in difficoltà nei confronti di Ricciardo, il quale senza la squalifica australiana avrebbe un bottino ancora più importante. L’australiano in questo momento gestisce molto meglio sia le gomme Pirelli sia la power-unit Renault. In casa Force India, che mantiene la terza posizione tra i Costruttori, Hulkenberg ha ripristinato la situazione in sua favore chiudendo alle spalle delle due RB con il sesto posto. Ancora una bella prestazione per il russo di casa Toro Rosso che ha ripreso le redini del team di Faenza.

Tra tre settimana il Circus firmerà il suo ingresso nel Vecchio Continente e vedremo chi avrà lavorato meglio. In tre settimane potrà succedere veramente di tutto. Arriveremo a Barcellona con Red Bull-Force India-Ferrari racchiuse solamente in cinque punti.