- di Gian Carlo Minardi -

L’appuntamento più glamour della stagione è arrivato. La Formula 1 è sbarcata a Montecarlo.

Sarà il gran premio delle prime volte. Prima volta per le nuove Power-Unit su un cittadino vero e prima volta per le Supersoft 2014, in coppia con le soft. Proprio sul fronte Pirelli, mi aspetto una sola sosta.

Per le sue caratteristiche, le stradine del Principato richiedono un’ottima trazione, aspetto non così scontato in casa di qualcuno. Scaricare al meglio tutta la potenza sulle ruote posteriori darà un grande vantaggio, mentre consumi, CV e potenza cadono un po’ in secondo piano. Per questo potremo assistere a qualcosa di nuovo, anche se là davanti vedo sempre una Mercedes super favorita. Proprio l’anno scorso Rosberg conquistò Pole, giro veloce e vittoria….  Sarà dunque dura per tutti gli altri andare a rovinare la festa in casa Mercedes.

Rosberg si gioca quindi una carta importante per tenere aperti i giochi. Dovrà assolutamente bloccare il dominio di Hamilton, che ha calato un ottimo poker d’assi nelle ultime quattro gare andando in testa al campionato.

Chi potrà vedere il “lato B” della W05 un po’ più da vicino, sono i bibitari Ricciardo e Vettel. Indubbiamente la Red Bull ha il miglior telaio e questo potrebbe essere un bel vantaggio.

Storicamente Monaco è anche l’appuntamento in cui si aprono le danze in ottica 2015, soprattutto sul fronte motori. Come sappiamo ci sono diverse case costruttrici pronte ad entrare nel circus, a patto di trovare un partner tecnico forte. Di conseguenza inizieranno diverse riunione nei Motor-home di quei team poco soddisfatti della loro PU. Chi riuscirà a tagliare il cordone ombelicale con l’attuale fornitore?

 

Tag: , , , , , , ,