Il comunicato Red Bull s’insinua silenzioso nella posta elettronica.

Basta osservarlo per accorgersi che sorride persino la carta, che in filigrana, come per le banconote, sta scritto TIEH FERRARI!!!.

Le poche e ilari e tronfie righe dicono questo:

“abbiamo il piacere di annunciare che Adrian Newey resterà con noi ancora diversi anni. Ha appena firmato il rinnovo…”

TIEH FERRARI!!!

Macché corteggiamenti, macché tentato, macché arriverà lui e con lui Vettel, oddio, magari Seb arriverà per davvero, però senza di lui.

Per cui, riassumendo:

La Mercedes che per la produzione di tutti i giorni fa motori ibridi e turbo resterà e dominerà una vita ancora in F1

La Renault che già commercializza vetture tutte elettriche (e motorizza la Formula E)  sta potenziando le proprie power unit

La Honda che con l’ibrido e il turbo ci sa fare fra poco sarà nel Circus

La Bmw anch’essa avanti parecchio sul tema – come anticipato da mesi dal grande Gian Carlo Minardi – ci sta pensando eccome

La Toyota leader nel settore elettrico pure

E la Ferrari?

La Ferrari che fa motoroni per pochi posseduta dalla Fiat che li fa per tanti ed è leader nei gpl e diesel, per di più senza la chimera Newey,

la Ferrari che farà?

Intanto la Rossa occhieggia la 24 Ore di Le Mans, vedi dichiarazioni di Montezemolo.

Si pensava e sperava che la Red Bull, dopo tutti i successi – un po’ come la Benetton di metà anni Novanta – si preparasse all’addio, tanto più con Newey indeciso e invece…

invece vien quasi da pensare che a disimpegnarsi ci stia pensando il Cavallino.

Quanto al Gp del Canada, 

grande Ricciardo primo con sorpasso all’ultimo e molte grazie alle Mercedes: se non avessero entrambe perso potenza, se Hamilton non  si fosse ritirato per i freni ko, non ci sarebbe stata storia.

Storia a cui non hanno mai partecipato Alonso, sesto, e Raikkonen, decimo.

Riguardo al povero Massa, è all’ospedale per controlli. Con lui Perez. Felipe gasato da una gara che non s’aspettava, ha calcolato male la frenata, toccando a 300 all’ora il messicano. Il botto all’ultimo giro poteva finire in doppia tragedia.

Sempre paperino resta.

Paperino miracolato.

Così all’arrivo

 1. Daniel Ricciardo Red Bull-Renault 1h39m12.830s 

 2. Nico Rosberg          Mercedes
 3. Sebastian Vettel      Red Bull-Renault
 4. Jenson Button         McLaren-Mercedes
 5. Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes
 6. Fernando Alonso       Ferrari
 7. Valtteri Bottas       Williams-Mercedes
 8. Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Renault
 9. Kevin Magnussen       McLaren-Mercedes
10. Kimi Raikkonen        Ferrari
11. Sergio Perez          Force India-Mercedes
12. Felipe Massa          Williams-Mercedes
13. Adrian Sutil          Sauber-Ferrari
14. Esteban Gutierrez     Sauber-Ferrari

 

 

VN:F [1.9.3_1094]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.3_1094]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tag: , , , , ,