Queste sono le mie pagelle uscite stamane su “il Giornale”. E le vostre? Siete d’accordo con i voti? Non lo siete?

9 ROSBERG Primo Parte molto bene, controlla molto molto bene Lewis incollato più o meno tutta la gara, insomma fa il suo. Senza il testacoda di Hamilton sarebbe però secondo. E senza i doppi punti previsti per Abu Dhabi chiuderebbe secondo fisso anche questo campionato. Lewis è più forte. Ma la F1 è un circo, per cui…

7 HAMILTON Secondo Parte come parte chi si trova su lato sporco, cioè quel filo meno bene. Nei primi giri patisce il ritmo di Nico, poi inizia a volare. Al giro 28 va in testa coda e questo è errore grande, perde sei secondi e getta la vittoria. Però, abracadabra, dopo tre soste a testa si ritrova incollato al compagno nonostante l’ultimo pit stranamente ritardato dal team.

10 MASSA Terzo Per fortuna il vero pubblico della F1 sa chi è il vincitore morale del Gp. Cioè lui. Cioè Paperino Felipe. Più di così non poteva fare. Ha battuto anche la sfiga che si è puntualmente ripresentata. L’anno scorso era stata una penalità per taglio di riga gialla, quest’anno si è invece fatta in due. Prima con i 5 secondi presi per eccesso di velocità in pit; poi sbagliando box all’ultima sosta, quando si è fermato dai meccanici bianchi della McLaren nella piazzola prima del meccanici bianchi della Williams. Tornato in pista, al giro 54, di cuore e coraggio su Hulkenberg è andato a riprendersi il podio.

9 BUTTON Quarto Sbaglia niente, pensa molto, spinge il giusto e fa capire alla McLaren pronta a mandarlo via che sta per gettare nel cassonetto un signor pilota.

7VETTEL Quinto Sembra a lungo il solito Vettel incolore stile 2014, invece regala qualche tenue tonalità: i giri veloci dopo il primo pit; e il sorpasso furbo in scia a Button su Raikkonen in difficoltà di gomme. Scavalca Alonso in classifica.

6.5 ALONSO Sesto Infila Vettel poco dopo il via, ma sulla distanza perde il duello fra campioni tristi. Fa sorpassi vari su macchinone tipo Lotus o Toro Rosso, il box gli ritarda la seconda sosta e si ritrova decimo. Tutto da rifare. Al giro 45 finta a destra in staccata e passa Magnussen all’interno. Bello. Molto meno bello il mesto duello finale vinto a fatica su Raikkonen per il sesto posto.

7 RAIKKONEN Settimo Pasticcia nel traffico del primo giro e al pit pasticcia il box con una sua gomma, facendogli perdere posizioni. Viene però un sospetto: ha gestito le gomme con due soste (contro le tre di Alonso e altri big) rispolverando l’arte assopita del vecchio Kimi, mago nella guida. Che la Ferrari, vedi assetti vari, snobbando Alonso abbia finalmente un occhio di riguardo per lui? Di certo, Kimi non ne ha avuti nel tentare di tenere dietro Fernando nonostante fosse ormai sulle tele.

Tag: , , , , ,