– di Gian Carlo Minardi -

E’  stata una Cina che ha evidenziato le forze in campo. Dietro alla corazzata tedesca troviamo la Ferrari e poi le due Williams. Alle loro spalle un bel trenino formato da Sauber- Red Bull-Toro Rosso pronte a darsi battaglia per il quarto posto tra i Costruttori

Una Sauber che sta provando a sfruttare al meglio la mancata competitività di Red Bull e, specialmente, della McLaren-Honda per provare a mettere in tasca il maggior numero di punti. Molto sfortunata invece la Toro Rosso che ha accusato un doppio problema tecnico, lasciando così Shanghai a mani vuote quando occupava la zona punti.  A due giri dalla fine Verstappen si è dovuto ritirare, facendo entrare la safety-car che ci ha così accompagnato alla bandiera bianca, negandoci un possibile duello Vettel-Raikkonen. In precedenza anche Sainz Jr. aveva accusato un problema tecnico perdendo diverse posizioni, zona punti compresa.

 

La Mercedes ha voluto mettere le cose in chiaro con un week-end perfetto sotto ogni punto di vista. Doppietta e secondo successo di Hamilton, davanti a Rosberg. Il giro veloce di Hamilton appena prima di cambiare le gomme è un segnale importante. L’inglese ha giocato con i suoi avversari e con il suo compagno dimostrando tutta la sua forza anche all’interno del team. Ha gestito come voleva la corsa tirando e mettendo in difficoltà Rosberg, segnando quando serviva una serie di giri veloci.

 

Terzo podio consecutivo in tre appuntamenti per la Ferrari e “Seb” Vettel, davanti ad un ottimo Raikkonen. Con una partenza perfetta, il finlandese ha archiviato immediatamente la questione “Williams” regalando a Maranello il quarto posto. Una SF15-T che si dimostra  più a suo agio con le Soft, grazie anche al tipo di asfalto.

 

Completano la top-10, come già detto le due Sauber e, in mezzo, la Red Bull di Daniel Ricciardo che ha lottato con le unghie e i denti per conquistare la posizione e Grosjean, che regala alla Lotus un settimo posto molto prezioso.

 

Va dunque in archivio una gara normale. Per fortuna Verstappen, Ricciardo e le Sauber ci hanno regalato qualche bel duello. Verstappen sta guidando non da debuttante. Bravo. Qualche segno di miglioramento per la McLaren anche se il divario con gli “altri” è ancora troppo.

 

Tra una settimana ci sarà un’altra gara importante in Bahrein dove la temperature dell’asfalto sarà determinante. La Pirelli porterà nuovamente Soft e Medium e, correndo in notturna, le temperature saranno più basse. La Ferrari potrebbe diminuire leggermente il suo gap.

Tag: , , , , ,