primopiano
– di Davide Rigon -

Ciao a tutti, non so veramente da che parte iniziare. Quest’anno ho avuto la possibilità di toccare con mano cosa voglia dire correre la 24 Ore di Le Mans e salire sul podio. L’anno scorso avevo già corso alla maratona francese, sempre nel panorama del Mondiale Endurance FIA WEC con la Ferrari, ma purtroppo il sogno si era infranto troppo velocemente. Quest’anno, invece, insieme con James Calado e Olivier Beretta, siamo arrivati fino al podio.
Davide Rigon al volante della Ferrari 458

Per capire veramente questa gara dobbiamo fare un passo indietro perché il week end inizia già dal lunedì con la presentazione e il primo contatto con gli appassionati. Un fiume di fans che arriva per vedere da vicino le macchine e chiedere gli autografi. Le Mans ha veramente un pubblico appassionato che conosce tutto. Davvero bellissimo anche per noi piloti che veniamo travolti da questa atmosfera incredibile.

Il mercoledì poi si alza il sipario e si accendono i riflettori con le prove libere.

podio

 

L’inizio non è stato dei più facili. Ma andando avanti con le sessioni abbiamo migliorato costantemente fino a conquistare la quarta posizione di classe in qualifica, girando a pochi decimi dalla #51 dei nostri compagni di box Bruni/Vilander/Fisichella. Purtroppo venerdì mattina, al risveglio, è arrivata la doccia fredda. Eravamo stati penalizzati e cacciati in fondo allo schieramento, in 54esima posizione!!!

follalemans

Il regolamento prevede che tutti i piloti dell’equipaggio iscritto debbano ottenere tempi non superiori al 110 per cento del migliore di classe, obiettivo purtroppo mancato da Beretta causa le numerose bandiere rosse esposte durante i suoi tentativi.

Durante il warm-up finale abbiamo visto che la macchina era competitiva e cosi siamo partiti belli carichi, determinati a recuperare.

Ragazzi, 24 Ore sono veramente tante, ve lo posso assicurare. Mamma mia che gara. Eterna.

treconauto

Siamo partiti subito forte e dopo poche ore avevamo già recuperato diverse posizioni. Dopo otto ore di gara il primo inconveniente: si rompe il motorino di avviamento. I ragazzi di Amato Ferrari compiono un vero e proprio miracolo. Sostituito in appena 20”. Si riparte.

Il nostro ritmo è stato molto buono per tutta la durata della corsa, soprattutto nella notte dove abbiamo recuperato in modo incredibile. Il programma era di fare stint da 1h circa. Nella notte io e James abbiamo fatto tripli-stint riuscendo e recuperare tantissimi giri, grazie anche all’ottimo lavoro  sia con le strategie che ai pit-stop. Poi la Ferrari 458 andava veramente bene.

Tra un turno e l’altro cerchi di riposarti, ma la tensione e l’adrenalina sono altissimi. Devo fare i complimenti a tutti. Ai ragazzi e agli ingegneri di AF Corse, ai miei compagni James e Olivier e alla Ferrari. Un secondo posto che per noi vale quanto una vittoria. Per me e James è stata solamente la seconda esperienza in questa incredibile avventura chiamata 24 Ore di Le Mans. Ovviamente mi spiace molto per l’inconveniente che ha rallentato proprio nelle battute finali la corsa di  “Gimmi”, Tony e Giancarlo che sono comunque riusciti a chiudere con un terzo posto.

Ho sempre avuto come sogno la Formula 1, costruendo la carriera con questo obiettivo, ma ora posso dire tranquillamente che il WEC non ha nulla da invidiare al Circus. Parliamo della massima categoria. Poterlo poi fare con Ferrari diventa incredibile e unico.

Un saluto a tutti

—————————————————————–

NB: La vittoria assoluta è andata alla Porsche 919 Hybrid di Nico Hulkenberg, Earl Bamber,Nick Tandy davanti alla vettura gemella di Mark Webber,Timo Bernhard e Brandom Hartley che hanno così interrotto il dominio Audi che perdurava da cinque anni. Grazie al secondo posto, Davide Rigon e James Calado volano al secondo posto anche nella classifica piloti GT del Campionato del Mondo Endurance FIA WEC proprio alle spalle dei compagni bi box, con la Ferrari che consolida la leadership mondiale tra i Costruttori. Ora la sfida si trasferirà in Germania, sulla pista del Nurburgrind il week-end del 30 agosto

 

Tag: , , , ,