Motomondiale Gp San Marino 2015, la gara

Bel Paese l’Italia.

Talvolta abitato da brutta gente.

Come quella infiltrata nel Gp di Misano, quella sugli spalti e tribune che davanti al bruttissimo volo di Jorge Lorenzo ha esultato largamente perché così il Vale nostro avrebbe allungato nel mondiale.

Brutta storia. Più brutta della gara del Vale nostro.

Brutta storia perché il tifo sarà anche il tifo ma quando ci sono di mezzo moto e motori e cadute e ferite e lividi e, diciamolo, anche il rischio di ammazzarsi, il tifo va riveduto e corretto e bonificato.

Ma a Misano, nascosti fra i tifosi di Vale, c’erano anche degli infiltrati. Sono la conseguenza della grande e trasversale popolarità di Valentino. Ne sono certo. Gente infiltrata che in moto non ci va mai.

Perché non posso credere che i motociclisti veri possano orrendamente applaudire o esultare davanti a uno che cade rovinosamente come Lorenzo.

Disarcionato a 180 all’ora, mano ammaccata e dolorante. Subito in clinica mobile. Lieve trauma cranico . Mica pizza e fichi.

I veri motociclisti sanno cosa c’è in palio nei motori e quanto male ci si può fare.

E se Jorge come il povero Sic non si fosse più rialzato?

Quell’esultanza dove sarebbe finita?

Nella bacheca dei rimorsi?

Macché.

Certa brutta gente del Bel Paese non ha rimorsi.

 

 

Tag: , , , , ,