minardi

- di Gian Carlo Minardi -

E’ calato il sipario su una nuova stagione con una classifica che rispecchia le forze in campo con Mercedes-Ferrari-Williams.

Maranello è stata in grado di riprendersi con podi e tre vittorie il secondo posto nel mondiale costruttori, proprio ai danni della Williams anche se il divario coi crucchi resta importante. Lo dimostrano, ancora una volta, i tempi segnati in pista. 1.44.550 per Vettel con le SuperSoft – 1.44.517 (miglior giro della gara) per Hamilton con le Soft

Finale di campionato pro-Rosberg che si è portato a casa la sesta pole position consecutiva e la vittoria. Risultati che lo rilanciano in vista del 2016. Peccato che si sia svegliato troppo tardi. Avrebbe potuto regalarci un campionato più divertente. In casa Mercedes sono stati bravi a gestire le tensioni tra i due piloti, usando strategie uguali e lasciandoli liberi di lottare. Molto bravi anche in casa Ferrari, dopo il pasticcio nelle qualifiche con Vettel. Ottimi pit-stop e bel recupero da parte del tedesco.

Plauso alla Force India. Chiudono la stagione con due macchine nella zona punti, confermandosi quinta forza del mondiale, dietro a Red Bull ma davanti a Lotus e Toro Rosso. Il sesto posto rappresenta un’importante boccata d’ossigeno per le casse di Enstone, dal futuro ancora incerto. Dalla Renault per ora tutto tace, essendo impegnati in un braccio di ferro con Mr. E per ottenere lo status di Team-Storico.

Anche se sono finiti fuori dalla zona punti, non mi è dispiaciuta la prestazione della Toro Rosso con un Verstappen, ancora una volta, determinato ma sfortunato nel ricevere la penalizzazione da commissari troppo severi. La battaglia con Button sinceramente la leggo solamente come un segnale positivo per questo sport. Fortunatamente oggi abbiamo assistito a diverse lotte e sorpassi. Abbiamo la “fortuna” di avere autodromi con vie di fuga eterne e asfaltate. Dovrebbero dare la possibilità a questi ragazzi di lottare in pista. Auspichiamo che l’inverno possa portare consigli per migliorare le regole sportive e far si che la F1 sia uno sport costruito anche sulle “sportellate”

Da martedì 1 dicembre sarà già 2016. Entreranno in azione le Ultra-morbide. Una variabile in più per la prossima stagione.

Tag: , , , , , , ,