image
Il motore nuovo montato sulla Yamaha di Lorenzo dopo che l’aveva rotto nell’ultimo giro del warm up ha regalato la vittoria allo spagnolo.

Il motore vecchio rimasto sulla Yamaha di Rossi si è rotto pochi chilometri dopo quello di Lorenzo, solo che quei chilometri facevano già parte del Gp.

E Jorge, chapeau, lo ammette: “Io sono stato molto fortunato, Valentino molto sfortunato”

Vittoria di scia e motore per Lorenzo, uscito dalla Bucine dietro Marquez dopo un duello emozionante fra i due piloti meno amati fra queste colline.

Risultato: il Mugello purtroppo non è Mugiallo come avrebbe voluto il Vale nostro e il popolo suo, ma molto iberico.

Dietro a Jorge e Marc, Iannone terzo non basta infatti a render felici.

Morale:

Valentino, finché è rimasto in gara, ha regalato la speranza di un trionfo nonostante la partenza monstre di Jorge, da quinto a primo e davanti a lui nello spazio di mezzo rettilineo. Da lì e per nove giri, quando il sogno è finito, sempre incollato a Jorge, studiando sorpassi subito rintuzzati.

Per cui addio sogni di vittoria.

Ma non addio show.

Perché nelle ultime tornate Jorge e Marc hanno regalato cose belle e lo stesso Marc lo dirà alla fine: “Non pensavo più al modniale, ai 25 punti, pensava a stare davanti a Jorge e credo che il pubblico italiano, anche senza Vale, alla fine abia visto un bello show”.

Vero. ma solo in parte. Il pubblico a cui si riferisce Marc è quello che capisce di moto!

Non quell’altro made in calcio che da troppo tempo affolla questo nobile sport.

La classifica si complica per Vale nostro:

115 Lorenzo

105 marquez

78 Rossi

 

Tag: , , ,