Afficher l'image d'origine
Il sorriso di Ricciardo, la pioggia e le nuvole attese per domani. Per la Ferrari lontana quasi un secondo valgono il sorriso dell’australiano. Solo così può cullare speranza di qualcosa questa Rossa quarta con Vettel che non riesce a scaldare le gomme e basta che il meteo alzi o abbassi la temperatura di un niente e il Cavallino si autoazzoppa e non sta più in strada (o meglio, in strada ci sta, ma non scarica più potenza).  Rossa persino  11a con Kimi retrocesso di cinque per il cambio sostituito.

Un disastro.

Vettel sognava la pole di mattino e adesso sogna la pioggia.

Ferrari terza forza del mondiale, ormai scavalcata dalla bibita con le ruote.

Per guai e imprevisti, la Ferrari quasi quasi rivaleggia con Hamilton che per il terzo sabato di qualifica ha un intoppo: ovvero Mercedes bloccata a fine pit lane prima del tentativo uno del Q3. Alla fine Lewis 3° e col broncio che fa da contraltare a sorriso Ricciardo.

Daniel potrebbe persino sbracarsi di risate: in Q2 ha montato supersoft, per cui scatterà dalla pole con quelle, chiuderà porte qua e là e quando gli altri dovranno calzare gomme più dure come le sue, lui metterà le ultrasoft e arrivederci e grazie.

Sempre pioggia permettendo.

Stavolta per Giove Pluvio non tifa solo la Ferrari.

 

1. Ricciardo – Red Bull – 1’13″622
2. Rosberg – Mercedes – 1’13″791
3. Hamilton – Mercedes – 1’13″942
4. Vettel – Ferrari – 1’14″552
5. Hulkenberg – Force India – 1’14″726
6. Raikkonen – Ferrari – 1’14″732 (- 5 domani al via per il cambio sostituito)
7. Sainz – Toro Rosso – 1’14″749
8. Perez – Force India – 1’14″902
9. Kvyat – Toro Rosso – 1’15″273
10. Alonso – McLaren – 1’15″363

Tag: , , , , ,