vettel maglia

Dopo il podio a Monte Carlo, terzo posto di Perez, i tifosi ferraristi si erano scandalizzati all’idea di una Rossa quarta forza del mondiale dietro oltre agli über alles della Mercedes, anche a Red Bull e Force India.   Ora, con il terzo crono di Hulkenberg in Austria davanti a Vettel quarto epperò nono visto che partira’ 5 posti dietro causa sostituzione del cambio, un poco dovranno farsene una ragione. Anche perche’ Kimi, che doveva difendere la bandiera rampante dietro a Hamilton in pole e a Rosberg a mezzo secondo (meno 5 anche per lui per cambio kaputt dopo botto del mattino), ecco, Kimi non ha difeso un bel niente. Anzi, sul piu’ bello si e’ assopito. Per cui sesto tempo, dietro persino a Button sulla scalcagnata McLaren.

Certo, c’e’ lo zampino della pioggia caduta a fine q2 e della pista andata via via ad asciugarsi in q3 e chi ultimo arriva a tentare il crono meglio alloggia. Ma c’è anche il tedeschino non sempre impeccabile in qualifica e il finnico sul quale e’ meglio non aggiungere altro.

Nonostante il motorone sfoderato oggi (migliorato nelle parte termica), Rosse davanti a tutti nelle terze libere, e’ bastato che la pista si raffreddasse per vedere le Ferrari alle prese con i soliti problemi di aderenza. Unico aspetto positivo del pomeriggio rampante la scelta delle gomme supersoft in q2. Seb e Kimi partiranno cosi’. Un vantaggio rispetto ai big Mercedes su ultrasoft.

Se non e’ stato perfetto Seb nel giro qualifica, lo e’ pero’ stato nel rifiutare il cadeau di Sky sotto forma di maglia azzurra da indossare in caso di vittoria dell’Italia… Dai non si fanno regali così. Tanto piu’ ai piloti che sono gia’ capricciosi di loro, e per di piu’ dopo una qualiica di emme.

Tag: , , ,