#F1 – Due cose da dire sulla crisi #Ferrari e i 2 anni di #Marchionne

Non sara’ dopo Budapest. Non sara’ dopo il Gp di Germania. Ma sara’. Prima o poi sara’. Sergio Marchionne si siedera’ davanti a uno specchio e guardandosi dritto negli occhi sara’ costretto a fare il bilancio di queste sue prime due stagioni in sella al Cavallino. Lo farà con se stesso. Perché tutte le scelte sono state sue. Sarà un bilancio positivo? Negativo? Lasciamo al diretto interessato la risposta. Noi, i tifosi, e persino i non tifosi una rispostina ce la siamo gia’ data.   Ferrari bocciata. Ma non con il 4 in pagella di chi non studia o non ci […]

  

Il dimenticatoio Ferrari e i puntini sulle “i” di Arrivabene

  Sopra, ecco il titolo del servizio che avevo curato per il  Giornale giovedì 5 febbraio, all’indomani della conclusione della prima sessione dei test F1 a Jerez. Quei test che come tutti sappiamo la  Ferrari aveva affrontato con un discreto quantitativo di sacrosante preoccupazioni , ma anche dopo un vistoso e preventivo ed esoso ed esagerato e ripetitivo scaricabarile di responsabilità. Proprio una di quelle cose provinciali e da italietta che dovrebbero piacere pochissimo a un manager iper internazionale come Marchionne. Eppure era successo. In dicembre, sia il presidente sia il team principal Arrivabene avevano a più riprese sottolineato di ereditare […]

  

F1, regole e motori – Il NOOO a Marchionne e Arrivabene e un disastro ferrarista evitato per un pelo

Quando sono venuto a sapere che Marchionne e Arrivabene, nonostante l’asse con Ecclestone per cambiare dal 2017 gli attuali motori con dei V8 biturbo molto meno ibridi, erano stati rimbalzati da Todt e il resto della F1 nell’attesissimo megavertice di ieri a Parigi, ho pensato TOH! Meno male Perché quella che ora sembra una sconfitta politica della Ferrari è invece un’enorme e involontaria vittoria che ha evitato un disastroso incidente d’immagine. Vittoria eteroindotta, vittoria conseguenza di un NO altrui, vittoria come quando il bambino cresce, matura, migliora ma solo grazie ai NOOOO  di papi e mami o della maestra. Certo, […]

  

F1 – Ecco il nuovo organigramma Ferrari: fuori Tombazis e Fry, dentro… NESSUNO!

Più o meno quanto uscito a singhiozzo nelle settimane scorse. Ecco la conferma della riorganizzazione Ferrari. VIA TOMBAZIS E FRY… dentro… NESSUNO!

  

F1: il casino Ferrari e un’inquietante sensazione: se Domenicali fosse rimasto, ora a Maranello ci sarebbe Newey

Lo stemma del Cavallino e Kimi Raikkonen. Entrambi non parlano. È tutto ciò che resta dell’ultima Ferrari. Non è detto sia un male. Bisogna vedere se sarà un bene. Visti i rumour, probabile l’arrivo a breve dell’ennesimo annuncio: via Nick Tombazis, il tecnico greco padre infelice delle ultime Rosse. Forse via anche Pat Fry, l’ingegnere inglese ex McLaren fortissimamente voluto da Alonso e ora, naturalmente, fortissimamente in bilico. Contestualmente, Maurizio Arrivabene, il nuovo team principal e direttore generale, a giorni sarebbe pronto a illustrare l’intero nuovo organigramma della Gestione sportiva: per cui previsti altri cambiamenti, non solo a livello tecnico. […]

  

F1 – La Ferrari di Marchionne e il giallo del FU MATTIA……cci

Forse c’è di mezzo l’Isis nel licenziamento di Marco Mattiacci. Forse ha tentato di ricostituire l’Ira. Forse è un terrorista basco. Forse Ali Agca è suo fratello. Forse Bin Laden non è morto e Mattiacci ha provato a contattarlo come prossimo direttore tecnico della Ferrari. C’è un giallo alla Rossa. Un libro da scrivere Il FU MATTIA…cci. Una vicenda al tempo stesso  thriller e pirandelliana per i tempi e modi e motivi con cui il manager romano è stato fatto fuori da Marchionne. E per come la stampa nazionale si è subito allineata nell’esaltarne difetti ed errori fino all’altro ieri […]

  

CAOS FERRARI – E’ ufficiale: via Mattiacci, ecco Arrivabene – La lettera di MARCHIONNE a tutti i dipendenti della Rossa: “Non temete il cambiamento, ma cavalcatelo”

All’ora di pranzo è diventato ufficiale l’ennesimo avvicendamento al vertice della Ferrari F1: dopo soli 7 mesi via bruscamente Marco Mattiacci e dentro Maurizio Arrivabene, top manager di Philip Morris, da una vita nel Circus, e membro del cda Juve. Professionista  molto vicino sia ad Andrea Agnelli che allo stesso Marchionne. Che siede nel cda Philip Morris. Ad Arrivabene, bresciano, 57 anni, da vent’anni in F1, gran conoscitore dell’ambiente e di chi lo governa, da Ecclestone e Todt in giù, la patata bollente Ferrari. Domani, Marchionne stesso sarà a Ginevra per la riunione dello strategy group e della F1 Commision, […]

  

F1 GP di Abu Dhabi: Via Mattiacci e dentro Arrivabene, boss Philip Morris. No comment Ferrari… Ma quella frase di Andrea Agnelli… (Quanto alla pole: 1° Nico, 2° Lewis)

Quando a Torino,  giovedì mattina, il nostro ottimo collaboratore Domenico Latagliata ha domandato al presidente della Juventus, Andrea Agnelli, cosa ne pensasse del fresco annuncio di Vettel in Ferrari, il patron bianconero ha detto “bisogna avere pazienza, credo che il 2015 sia ormai andato…”. Ma ha anche detto: “Alla conclusione del mondiale manca una gara, però sono certo che Marchionne  e chi avrà la gestione sportiva del team, abbiano ben chiaro il percorso per riportare in alto la Ferrari nel mondo”. Diamine! Chi avrà la gestione sportiva del team? Ma allora Agnelli sapeva già… Adesso dalla Germania, via Abu Dhabi, […]

  

il blog di Benny Casadei Lucchi © 2019