Se la Ferrari è un mito lo deve anche a un uomo grasso, solare e buffo: Gonzalez. Ecco come lo ricorda Benzing

Se esiste il mito Ferrari è anche grazie a quest’uomo grosso, solare, per certi versi buffo. E visto che in Ferrari, di questi anni, di uomini grossi non ce ne sono, di solari credo resista il buon Domenicali, di buffi non ce ne sono proprio, bisogna andare indietro nel tempo. Parecchio indietro. Una vita. A Josè Froilan Gonzalez. L’argentino che nel 1951 pose la prima pietra del mito Ferrari in F1. E’  morto ieri all’età di 90 anni. Ecco come l’ha ricordato oggi sul Giornale l’ingegner Enrico Benzing che quel lontano giorno a Silverstone c’era e indovinate un po’ per […]

  

Ricordando #Ratzenberger e #Senna, quando la morte è una tragica metafora della vita

            Ayrton perse la vita oggi diciannove anni fa.   Roland perse la vita ieri diciannove anni fa.   Della tragedia, del dramma, di quell’Imola terribile e funesta che in due giorni portò via   PRIMA   lo sconosciuto austriaco Ratzenberger   POI   il dio dei motori Senna,   ECCO,   ritengo che di quell’Imola lontana si sia detto e scritto e raccontato tutto.   Molto meno si è detto della tragica metafora di vita nascosta in quelle due morti.   PERCHE’   avevano la stessa età Ayrton il brasiliano paulista e Roland l’austriaco […]

  

Video Gallery – Stirling Moss vince il Gp di Monaco 1961

Montecarlo ’61 fu la penultima vittoria e la penultima gara di F1 dell’eterno e coraggioso secondo. Nel senso che Stirling Moss, londinese classe 1929, caratterizzò un’epoca dell’automobilismo ma non vinse mai il mondiale. L’anno seguente rimase gravemente ferito a Goodwood. Semi paralisi e un mese di coma. Riprovò a scendere in pista ma capì che era meglio appendere il casco al chiodo. L’ho intervistato un paio di volte. La prima, a Melbourne, tanti anni fa, ha di fatto condizionato il mio modo di vedere i piloti moderni. Dopo i suoi racconti, mi sono sempre sembrati ragazzi alle prese con la […]

  

il blog di Benny Casadei Lucchi © 2019