DETTO TRA NOI – Gian Carlo MINARDI presenta il Gp del Giappone: “Pista vera, per uomini veri e… macchine vere. Quella volta che la McLaren ci fece un favore senza saperlo”

-di Gian Carlo Minardi-  Dopo gli ultimi appuntamenti corsi sui due circuiti più moderni in calendario , Singapore e Corea, la Formula 1 si appresta ad arrivare sul tracciato storico di Suzuka, teatro di sfide memorabili tra Senna e Prost ed in molte occasioni determinante per assegnare il titolo di Campione del Mondo. Suzuka è un tracciato “vecchio stile” caratterizzato da settori veloci e lenti con diversi spunti per i sorpassi, dove ogni errore si paga pesantemente; le vie di fuga non sono così ampie come negli impianti moderni.  Un circuito tosto per  piloti e macchine, potremmo aspettarci pertanto qualche […]

  

IL COMMENTO CHE… SPACCA!!! Stavolta è una pagella che spacca. Riguarda Alonso, le gomme, questa strana F1 e tutti noi che scriviamo, leggiamo e commentiamo POLEmicamente

- di Paolo – VOTO 0 ad ALONSO Perche’ prima vorrebbe l’auto di qualcun altro, poi perche’ al muretto sono scemi, poi perche’ le gomme ce l’hanno con la sua auto ma meno con quella degli altri…nelle lamentele manca sempre una piccola analisi su se stesso (non per quello che fa in pista, anzi tanto di cappello..sono rari gli errori di guida), ma per la capacita’ di sviluppo della macchina (prima e durante la stagione) perche’ ingegneri o no il pilota ci mettera’ il becco (spero) VOTO 10 ad ALONSO (sulla fiducia) Perche’ ha detto di smetterla con la storia […]

  

F1 Gp della Corea – DICO TUTTO – L’analisi tecnica dell’Ingegner BENZING

-Enrico Benzing- G. P. di Corea – Tecnicamente, il G. P. di Corea ha chiarito i punti rimasti in discussione nella precedente prova di Singapore, al culmine di questa fase critica del mondiale 2013, nel segno delle gomme “super-soft” e dell’accresciuto livello velocistico. Quindi, per una migliore comprensione, è consigliabile una sintesi stagionale delle prestazioni. Potrebbero benissimo bastare i consueti specchietti delle risultanze di qualifica, con l’espressione dei tempi in percentuale, per correttezza di confronto, fra piste diverse. Ma, per chi non ha dimestichezza, aggiungo un altro parametro di sicuro effetto e grande immediatezza: le esibizioni d’inizio gara. Infatti, bastano […]

  

GP COREA Solo la Jeep di MR. BEAN sta davanti a Vettel. E’ Formula TRISTEZZA O Formula BARZELLETTA? Ma quella di Alonso e la Ferrari battuti dalla Sauber SENZA SOLDI e umiliati dalla Lotus CHE NON PAGA gli stipendi mica fa ridere…

  Nel Gran premio delle gomme che tornano a scoppiare, di Vettel che non ha mai smesso di dominare, di Webber che continua a dirottare su di sé tutte le sfighe indirizzate verso la Red Bull, di Alonso e la Ferrari sesti che si perdono spersi, di Massa che prova ad aiutare finalmente il compagno cercando di buttarlo fuori alla prima curva così da evitargli una corsa  calvario tutta spesa a lottare e perdere con la Sauber e la Mercedes, in questo Gran premio si erge supremo e meraviglioso lui, Mr Bean, sorpreso a guidare il suv dei pompieri usciti, […]

  

POLE in Corea, solito Vettel. Alonso 6 attacca di nuovo la Pirelli. Ma i problemi sono anche altri: per esempio Raikkonen sempre più acciaccato. E se la Ferrari risolvesse il contratto?

Solita storia. Vettel davanti a tutti, pole numero 42, domani probabilmente ennesima vittoria, dopodomani o giù di lì quarto mondiale di fila (Alonso 6, Massa 7). Il talento di Seb misto all’occhio di riguardo ecclestoniano, al permissivismo regolamentare della Fia, ai pasticci tecnici Ferrari, ai pasticcioni polimerici della Pirelli (a proposito, stamane altra stoccata di Alonso, stavolta francamente superflua visto che di problemi la Rossa ne ha parecchi altri “queste gomme non sono di grande qualità…), dicevo, tutto questo insieme ha permesso al tedesco di ammazzare il mondiale. Solita storia, appunto. A me invece interessa oggi un’altra storia. Questa. Raikkonen […]

  

Libere in Corea. Vettel sorride perché stavolta lo fischieranno in pochi… non c’è pubblico. Vola Hamilton, Massa meglio di Alonso

Se non altro, lo fischieranno in pochi. Stavolta. Di questo Seb Vettel ne ha la certezza. Non è merito d’improvvisa simpatia, bensì del pubblico coreano. Che non è più civile di altri, semplicemente, per dirla con l’amico Stefano Mancini della “Stampa”, semplicemente il pubblico non c’è. Zero persone in Corea, zero fischi. Punto. E poi cos’è questa storia stucchevole della simpatia di Vettel. I fischi arrivano per eccesso di dominio e di sospetti sulla Red Bull (a tal proposito date un occhio a www.F1analisitecnica.com). Tanto più che Seb, se non altro, è uno dei pochi piloti che se lo incroci […]

  

Horner e Vettel se la ridono in Corea. Ma ecco perché sarà un Gp verità per capire se in F1 esiste davvero… IL GRANDE MANOVRATORE

In Corea ridacchiano. Corea del Sud, ovviamente. Perché al Nord neppure quel simpaticone di boss Horner o il platinato e talentuoso Vettel avrebbero voglia di fare gli spiritosi. Fatto sta, ci sta. Ci sta che dopo aver incassato silenti sospetti vari su tutto il MISTERIOSO ben di dio motoristico messo in mostra nello stradominio di Singapore, ci sta che ribattano così. Il team principal Red Bull, appunto Horner, dicendo “ma figurati se abbiamo toccato l’elettronica, introducendo un qualche cosa di simile al traction control e anche per le mappature ci muoviamo nei limiti… perché nessuno chiede del sistema di partenza […]

  

DETTO TRA NOI- Il Gp di Corea visto da GIAN CARLO MINARDI: “Alonso, Vettel, Barrichello e la scuola brasiliana in cerca di se stessa”

- di Gian Carlo Minardi – Delle tre edizioni fin qui disputate sul tracciato coreano di Yeongam, Sebastian Vettel e la sua Red Bull hanno colorato e caratterizzato il gradino più alto e importante del podio delle ultime due edizioni, mentre Fernando Alonso ha avuto l’onore di battezzare l’albo d’oro nel 2010. Il potenziale fin qui espresso dal tedeschino e dalla sua scuderia potrebbero far pensare ad un risultato già scritto anche in considerazione dell’importante margine acquisito e solamente eventi impensabili potrebbero contribuire a far cambiare il corso di un finale che sembra ormai deciso. Nonostante questo, e un 2014 […]

  

GIAN CARLO MINARDI: “Quelle mie osservazioni sulla Red Bull di Vettel e il web in subbuglio”

Questo weekend ho “ascoltato” con molta attenzione i commenti che tanti fans della Formula 1 hanno postato su Internet.

Voglio ringraziare chi ha manifestato simpatia e fiducia e salutare chi, per varie ragioni, è critico nei miei confronti.

A tutti voglio chiarire che le mie non sono accuse, né sono abituato a fare dietrologia a favore di nessuno. Sono e sempre sarò, prima di tutto, uno sportivo appassionato.

Con questo spirito ho semplicemente espresso le mie impressioni e rimango dell’idea che Newey  abbia nel suo “cilindro” una “sorpresa”. Ciò non significa che sia irregolare, anzi, il mio richiamo al “coniglio” vuole proprio sottolineare la possibilità di un tocco “magico” per non dire ovviamente geniale.

Questo è il punto. Da appassionato mi piacerebbe scoprire cosa ci sia di tanto speciale da permettere una performance così straordinaria: oltre due secondi  e mezzo al giro.

Tutto qui!

Un saluto a tutti gli appassionati
Gian Carlo Minardi

- di Gian Carlo Minardi – Questo weekend ho “ascoltato” con molta attenzione i commenti che tanti fan della Formula 1 hanno postato su Internet. Voglio ringraziare chi ha manifestato simpatia e fiducia e salutare chi, per varie ragioni, è critico nei miei confronti. A tutti voglio chiarire che le mie non sono accuse, né sono abituato a fare dietrologia a favore di nessuno. Sono e sempre sarò, prima di tutto, uno sportivo appassionato. Con questo spirito ho semplicemente espresso le mie impressioni e rimango dell’idea che Newey abbia nel suo “cilindro” una “sorpresa” . Ciò non significa che sia […]

  

DETTO TRA NOI – L’opinione di GIAN CARLO MINARDI: “Senza nulla togliere a Vettel, ho tenuto d’occhio lui e Webber e… c’è qualcosa che non mi torna. Cosa nasconde sotto il cilindro mago Newey?”

- di Gian Carlo Minardi – Aspettando di vivere il Gran Premio di Korea, quattordicesima tappa del Mondiale di Formula 1, voglio tornare con la mente e i ricordi alla bellissima esperienza vissuta al Marina Bay Street Circuit facendo alcune considerazioni e ragionamenti a “voce alta”, in modo da poterli condividere con voi e provare a trovare qualche risposta. Premettendo che sono rimasto affascinato dal contesto “Singapore”, essendo un’esperienza completamente nuova e diversa da quanto fossi abituato (si arriva in circuito solamente al pomeriggio per andare via a notte inoltrata), ho avuto la fortuna di osservare e studiare le gesta […]

  

il blog di Benny Casadei Lucchi © 2019