Dieter Zetsche, baffuto presidente uber alles della Mercedes, in due settimane è passato da oscuro e potentissimo manager a grande comunicatore e stratega del dispetto e agitatore di uomini… altrui. Perché fino allo scorso Gp di Spagna aveva il cruccio di portare iella al proprio team (vedere la riabilitazione dell’uomo firmata Hamilton  dopo il successo di Barcellona ” era qui e ho comunque vinto… così non si stresserà più”) e perché l’altro giorno ha lanciato un sassolino nello stagno della F1, provocando il crollo di una diga dentro Maranello. Ha detto: «Alonso è forse il miglior pilota in griglia, e […]