Gp Ungheria – Ecclestone chiama Briatore per salvare la F1

Ieri Bernie Ecclestone ha convocato i team principal e gli ha detto: bisogna rivitalizzare questo sport, serve un working group per aumentare la popolarità. Loro hanno più o meno annuito come fanno spesso quando a parlare è Mr. E. e però mister Ecclestone non aveva finito di parlare. C’era la ciliegina: Nel working group vorrei Flavio Briatore. E su questo non è dato sapere se abbiano tutti annuito compatti. Questione di invidie, rivalità, ego bulimici, questione anche di ricordi sgraditi come il Singapore gate, la vicenda dell’incidente contro le barriere nel gp di Singapore 2008 intenzionalmente innescato da Piquet junior […]

  

F1 Gp Bahrein – Se il Gp più bello è il meno visto in tv. Parliamone…

Un Gp così bello non si vedeva da secoli, eppure…   MENO 300mila in Francia sulla pay tv Canal + per cui è gente che paga per non guardare. MENO 900mila in Germania su Rtl per cui è gente che ha un quattro volte campione del mondo in pista e un Rosberg che si gioca la vittoria ad ogni Gp. MENO 1,3 milioni in Spagna, su antena 3,  dove hanno già capito che fine farà Alonso. MENO  200mila in Italia, su Sky che, come in Francia, hanno pagato per non vedere e in più, come in Spagna, sanno già che […]

  

MOTOGP Gp Qatar – Due cose che mi andava di dire sul motomondiale PAY e PAZZO che neppure la F1 le ha mai sparate cosi’ grosse

Parte il mondiale ad handicap. Nel suo duplice significato: di handicap inteso come mancanza televisiva, visto che dieci dei diciotto Gp non saranno visibili in diretta da gran parte degli italiani; e di handicap in senso sportivo perché, come nel golf in cui i meno bravi possono giocare con Tiger Woods per via del sistema di punteggio, così nella MotoGp i Costruttori che nel 2013 non avevano toccato palla avranno una serie di vantaggi. Ma dato che di Case ce ne sono tre in tutto e due hanno toccato palla, inevitabilmente sarà una sola a godere di questi vantaggi. Per […]

  

F1 e Tv – Così nel 2013 la Formula follia ha spaventato gli appassionati: in fuga 50 milioni di spettatori

Come volevasi dimostrare. La formula show, la formula sorpassa tu che poi sorpasso io, la formula chi di ala mobile ferisce di ala mobile perisce, la formula chewin gum nel senso di gomme che duravano lo spazio di un un paio di giri, la formula big babol nel senso che le gomme a volte scoppiavano nella esasperata ricerca di orge di pit stop e stravolgimenti in pista, ecco, questa formula ha speventato 50 milioni di persone e appassionati in giro per il mondo. BUUUUHHHH!!!! gli ha fatto e questi sono scappati via. A tanto ammonta il calo dell’audience tv mondiale […]

  

Webber pole a Suzuka. Mark e Seb, Kimi e Romain, gli “SCAMBISTI” della F1. Solo in Ferrari è inutile

  Visto che super Vettel ha ipotecato da un pezzo tutto quanto, visto che il mondiale va ravvivato da qui al 24 novembre in Brasile, vorrei contribuire anche io alla causa. Massì, SCHERZANDOCI su. Massì, buttando lì un po’ di giocosi sospetti in ordine sparso. Non è il gioco dell’oca ma il gioco delle monoposto che sembra quasi passino di mano. Per esempio, quella di Vettel a Webber e quella di Raikkonen a Grosjean (dalla Corea). Uno lascia la F1 discretamente depresso e a mondiale praticamente assegnato torna a volare. L’altro annuncia scorbuticamente il contratto Ferrari e del francesino  compagno […]

  

DETTO TRA NOI – Gian Carlo MINARDI presenta il Gp del Giappone: “Pista vera, per uomini veri e… macchine vere. Quella volta che la McLaren ci fece un favore senza saperlo”

-di Gian Carlo Minardi-  Dopo gli ultimi appuntamenti corsi sui due circuiti più moderni in calendario , Singapore e Corea, la Formula 1 si appresta ad arrivare sul tracciato storico di Suzuka, teatro di sfide memorabili tra Senna e Prost ed in molte occasioni determinante per assegnare il titolo di Campione del Mondo. Suzuka è un tracciato “vecchio stile” caratterizzato da settori veloci e lenti con diversi spunti per i sorpassi, dove ogni errore si paga pesantemente; le vie di fuga non sono così ampie come negli impianti moderni.  Un circuito tosto per  piloti e macchine, potremmo aspettarci pertanto qualche […]

  

POLE in Corea, solito Vettel. Alonso 6 attacca di nuovo la Pirelli. Ma i problemi sono anche altri: per esempio Raikkonen sempre più acciaccato. E se la Ferrari risolvesse il contratto?

Solita storia. Vettel davanti a tutti, pole numero 42, domani probabilmente ennesima vittoria, dopodomani o giù di lì quarto mondiale di fila (Alonso 6, Massa 7). Il talento di Seb misto all’occhio di riguardo ecclestoniano, al permissivismo regolamentare della Fia, ai pasticci tecnici Ferrari, ai pasticcioni polimerici della Pirelli (a proposito, stamane altra stoccata di Alonso, stavolta francamente superflua visto che di problemi la Rossa ne ha parecchi altri “queste gomme non sono di grande qualità…), dicevo, tutto questo insieme ha permesso al tedesco di ammazzare il mondiale. Solita storia, appunto. A me invece interessa oggi un’altra storia. Questa. Raikkonen […]

  

Libere in Corea. Vettel sorride perché stavolta lo fischieranno in pochi… non c’è pubblico. Vola Hamilton, Massa meglio di Alonso

Se non altro, lo fischieranno in pochi. Stavolta. Di questo Seb Vettel ne ha la certezza. Non è merito d’improvvisa simpatia, bensì del pubblico coreano. Che non è più civile di altri, semplicemente, per dirla con l’amico Stefano Mancini della “Stampa”, semplicemente il pubblico non c’è. Zero persone in Corea, zero fischi. Punto. E poi cos’è questa storia stucchevole della simpatia di Vettel. I fischi arrivano per eccesso di dominio e di sospetti sulla Red Bull (a tal proposito date un occhio a www.F1analisitecnica.com). Tanto più che Seb, se non altro, è uno dei pochi piloti che se lo incroci […]

  

MOTOGP – Ad Aragon POLE di Marquez, Rossi 4° a un decimo e mezzo. Per la prima volta la griglia svela quanto vale il Vale

Probabilmente la qualifica di Aragona, Spagna più o meno caliente, una delle tante capitali del mondiale MONOnazione (nel senso iberico del termine), probabilmente è una delle qualifiche più veritiere in tema di distacchi. Nel senso che Marquez ovviamente vola, settima pole dell’anno, stagione d’esordio va ricordato,  vola 10 millesimi davanti a Lorenzo, un decimo e mezzo basso davanti a Pedrosa e un decimo e mezzo alto davanti a Rossi che ha perso la prima fila per 5 millesimi. Un niente. Però è una classifica che in fondo dipinge le forze in campo al di là della tara da mettere per […]

  

Ferrari e il mito che vacilla. Alonso voleva andarsene, Raikkonen ci viene solo per soldi. Ma che succede?

Il problema oggi non è la convivenza che verrà fra Alonso e Raikkonen, il problema oggi è che le intemperanze verbali estive di Fernando hanno fatto il paio con le prime dichiarazioni a Singapore dell’ex-futuro ferrarista Raikkonen. Parole che messe assieme hanno rivelato come la Ferrari sia rimasta un mito inarrivabile per tutti tranne che per i piloti. Come se ormai preferissero a un buon Cavallino una Brawn Gp tarocca e però mondiale come nel 2009 o una Red Bull senza storia che stappa così, in simpatia, tre e probabilmente quattro mondiali di fila. Perché Fernando, come noto, se solo […]

  

il blog di Benny Casadei Lucchi © 2019