Verstappen, le parolacce in F1 e perché il talento viziato mi ha conquistato

180_cassano-balotelli

Due frasi. Sono bastate due frasi di Max Verstappen a farmi ricredere su di lui. Non è un bambino talentuoso e viziato della F1 a cui tutto è concesso e che non paga mai o paga molto poco. No. Max è un bambino talentuoso e viziato della F1 a cui tutto è concesso e che non paga mai o paga molto poco che però ha detto due meravigliose verità capaci di rendere alla perfezione la decadenza di questa F1 schizofrenica e governata da vecchi. Ha detto: 1) “Parolacce in gara? Pensate se mettessimo un microfono ad un calciatore mentre è […]

  

F1 Gp del Messico – L’analisi post gara di MINARDI: “Avanti così e la F1 finirà nel baratro”

- di Gian Carlo Minardi –  Un Gran Premio del Messico dove il pubblico esce vincente nei confronti di una Formula 1 che spesso ci regala gare piatte. Nei paesi in cui il Circus fa il suo ritorno dopo diversi anni, ritrova un pubblico appassionato che crede in questo sport, dimostrando quanto sia ancora importante questo spettacolo. Dopo aver vissuto 68 giri senza grandi emozioni, tra il 69esimo e 71esimo passaggio la corsa si infiamma con un duello a tre, tra Verstappen-Vettel-Ricciardo. L’olandese, per difendersi dall’attacco decisivo del ferrarista, taglia la curva e l’ingegnere lo intima a restituire la posizione […]

  

F1 Gp del Belgio – L’analisi post gara di MINARDI: “Pasticcio Ferrari, ma Verstappen è un impunito”

-di Gian Carlo Minardi- Nico Rosberg vince il Gran Premio del Belgio sull’impegnativo tracciato di Spa-Francorchamps, davanti a Daniel Ricciardo e Lewis Hamilton, scattato dall’ultima fila insieme a Fernando AlonsoUn fine settimana in recupero per la Ferrari che aveva iniziato sottotono con le prove libere. In vista delle qualifiche erano riusciti ad invertire la rotta conquistando l’intera seconda fila. Purtroppo tutto il lavoro è stato vanificato alla prima curva. I due piloti erano partiti molto bene, diversamente da Verstappen. L’irruenza dell’olandese di casa Red Bull, con un’azione al limite del regolamento, ha portato al contatto i due ferraristi, complice anche […]

  

#F1 #Gp Spagna – L’analisi post gara di #Minardi: “Bravo #Verstappen ma le strategie di gara dimostrano che la #Red Bull ha fatto una scelta di… marketing

minardi

  – di Gian Carlo Minardi – L’incredibile incidente dopo pochi metri tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg ci ha regalato una bella lotta tra Red Bull e Ferrari, giocata molto sulle strategie. La colpa va divisa quasi in parti uguali, infatti sono d’accordo con Niki Lauda quando attribuisce una responsabilità maggiore ad Hamilton. Un episodio veramente inutile considerando l’enorme vantaggio della Mercedes e la supremazia dimostrata anche in qualifica. Il management Mercedes saprà comunque superare questo scoglio. Bravissimo Max Verstappen. Travolto dagli eventi ha reagito con freddezza dimostrando una maturità esemplare gestendo la sua Red Bull molto bene nonostante […]

  

#Gp di Spagna – #Ferrari, neanche se la #Mercedes fa regali. E la #F1 è in mano a un bambino: #Verstappen

A Stoccarda più che incacchiati come bisce sono basiti. Si domandano: che altro dobbiamo fare per far vincere la Ferrari? Ci siamo autoeliminati al via, ci siamo autoscontrati, ci siamo un briciolo sputtanati e voi di Maranello che fate? Secondo e terzo. Ma dai… Risultato: vittoria primato di più giovane di sempre (19 anni il 30  settembre) per Max Verstappen, scalzato Vettel, dimenticato Alonso, i precedenti bimbi prodigio, e bene e bravo e bis al computerino programmato da mamma ex kartista e papà ex pilota di F1 che nel suo vincere ha dimostrato talento grande, ha dimostrato freddezza grande , […]

  

#F1 #Gp di Spagna – E’ al Max l’irriconoscenza di #Verstappen

vers2

Testuale Ansa: Tranquillo, sicuro di sé, pronto «a cogliere l’opportunità che mi viene offerta». Così è apparso Max Verstappen, durante la conferenza stampa di avvicinamento al gp di Spagna di F1. L’olandese, appena 19 anni, ha ereditato il sedile della Red Bull che apparteneva a Daniil Kvyat. «Ora potrò lottare per il podio – ha detto il giovane pilota -. Mi devo abituare alla nuova macchina e questo sarà l’aspetto più impegnativo. Intanto voglio godermi questa stagione, poi vedremo cosa succederà in futuro. Se corro dei rischi? Il rischio più grosso è stato arrivare a 17 anni in F1 e […]

  

#F1 L’autostrada #Verstappen e la favola #Vettel

image

Molto bene. Uno trombato due volte in casa, cioè Kvyat, cioè trombato nel Gp della sua casa Russia, e trombato in casa Red Bull e retrocesso in Toro Rosso. Motivo vero la voglia matta della Red Bull di blindare prodigio Verstappen dalle sirene ferrariste e promuoverlo nel big team bobitaro. Motivo apparente i disastri di Russia, domenica, quando ha tamponato due volte Vettel. Adesso sarà un fiorire di ECCO LA VENDETTA DI SEB etc etc… C’entra niente C’entra invece l’autostrada che Ecclestone e il Circus tutto, fin dal primo giorno, hanno preparato per il ragazzino, disperatamente come sono alla ricerca […]

  

il blog di Benny Casadei Lucchi © 2019