F1 Gp d’Austria – L’analisi post Gp di MINARDI: “E ora la Red Bull sarà arbitro del Mondiale”

img_2551-3.jpg

- di Gian Carlo Minardi – In Austria la Mercedes ha dato prova ancora una volta della sua forza e di essere il team da battere. E’ stata protagonista con due piloti nonostante Lewis Hamilton non sia riuscito ad agguantare il podio finale in favore di un ottimo Ricciardo. Nella parte finale la Ferrari ha sfiorato il successo con Sebastian Vettel ma deve ottimizzare tutto al 101% per cercare di contrastare questo strapotere Mercedes che ogni tanto mostra qualche “crepa” sul lato affidabilità. E’ stato un gran premio combattuto sulle strategie in cui le gomme hanno giocato un ruolo importante. […]

  

F1 Gp Zeltweg -Doppietta Mercedes. La Germania invade l’Austria. Alonso solo quinto. E Raikkonen quasi sfotte la Ferrari: “Datemi più potenza!!!!”

Vabbè, la favola Massa è rimasta circoscritta al sabato. Anche perché in gara la Williams, di solito, sbaglia strategia. Per cui, di domenica niente fiabe. Solo cruda realtà. Se non altro, anche se non fa gioire una doppietta Mercedes con Nico che allunga ancora in classifica e Lewis che incassa, se non altro tutte le cosine sono tornate al loro posto. Loro sono uber alles, quest’anno va così. Facciamocene una ragione. Sono avanti anni luce e la gara normale deve più o meno rispecchiare questo. Non concepibile al momento vederli dietro. Se succede, senza eventi imprevedibili, vuol dire che qualcosa […]

  

F1 Gp Austria – La pole di Massa e il Grande Fratello. Ecco perché l’impresa di Paperino fa gioire solo a metà

Visto che ho sempre avuto il debole per paperino Massa bistrattato dalla Ferrari, dai tifosi, dal destino, dovrei gioire, ora, oggi che il ragazzo (ma quanto è bella la foto con moglie e figlio???)  è in vetta dopo sei anni, tanti ne sono passati da quel Brasile 2008 che resta per me uno dei momenti più alti, per sfiga ed intensità, a cui ho partecipato nello sport. Vedere Felipe sul podio di San Paolo, vederlo mentre si batteva il petto indicando al pubblico che lo applaudiva, “ho dato il cuore, ho vinto la corsa, ma non è stato abbastanza”, fu […]

  

il blog di Benny Casadei Lucchi © 2020